Jack White (US)

Biografia

Jack White – vero nome, John Anthony Gillis – sale alla ribalta delle cronache musicali con i White Stripes, band formata dallo stesso White (chitarra elettrica) e dalla moglie Meg White (batteria). Il duo pubblica sei album che definiscono un garage-blues-punk essenziale nella strumentazione quanto energico nei risultati finali, per poi concludere la propria parabola nel 2011. Dopo vari progetti paralleli portati avanti nel tempo – The Raconteurs (assieme a Brendan Benson, Jack Lawrence e Patrick Keeler), The Dead Weather (con Alison Mosshart, Dean Fertita e Jack Lawrence) – White pubblica nel 2012 il suo primo album solista, Blunderbuss, disco che debutta nella posizione numero 1 della classifica americana Billboard 200 raccogliendo inoltre varie nomination – Album of the Year, Best Rock Album – ai Grammy Awards 2013. Nonostante tutto, il disco non convince il nostro Stefano Solventi, che in recensione scrive: “Credo proprio che da questo disco White otterrà tutto ciò che aveva preventivato, tranne forse il senso di autenticità sanguigna, che temo gli sia fisiologicamente aliena“. Nel 2014 esce il secondo album solista, Lazaretto, un lavoro che perfeziona le istanze blues-rock dell’album d’esordio, tra chitarre acide e concessioni al Nashville sound meno scontato. Episodio più convincente, secondo un Fabrizio Zampighi che scrive: “la poetica di Jack White è sempre stata una figlia illegittima del blues, anche e soprattutto quando sul campanello di casa c’era scritto White Stripes. E dal blues ha inevitabilmente mutuato lo stesso vissuto confusionario, nomade, disordinato, contingente, estemporaneo, soprattutto quando si parla di songwriting. […] Lazaretto, in questo senso, funge da magnete, attirando verso di sé un universo di suoni spumeggianti, agili, talvolta persino contrastanti, per uscirne infine vincitore“.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite