Jenny Hval (US)

Biografia

La musicista e scrittrice norvegese Jenny Hval inizia la sua carriera in patria, partendo da un pop rock con attitudine avant, tra acustico, elettrico e sintetico. Multidisciplinarietà e trasgressione sono le sue caratteristiche, mediate all’inizio da ispirazioni anni ’80, Kate Bush in primis. I due primi album, To Sing You Apple Trees (2006) e Medea (2008) sono firmati con il moniker Rockettothesky e la rendono famosa in Norvegia. Segue a suo nome Viscera (2011) su Rune Grammofon, con cui, secondo il nostro Stefano Solventi, “realizza un concept sul corpo, ovvero lo esplora anatomicamente ricavandone evidenza poetica, erotica, esistenziale”.

L’anno seguente è la volta del celebrato Innocence Is Kinky, disco in cui la Nostra collabora con John Parish, un lavoro caleidoscopico e sperimentale, post punk e ambient pop. Nel 2015 esce Apocalypse, Girl su Sacred Bones, con la collaborazione di Lasse Marhaug e la partecipazione di membri di Swans e Jaga Jazzist: grande uso di sintetizzatori e improvvisazione, per un album al solito estremo e allucinatorio, una critica politica al maschilismo sessuale.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite