Laetitia Sadier (UK)

Biografia

Già fondatrice assieme al chitarrista Tim Gane dei seminali Stereolab e dei vintage pop Monade assieme a Rosie Cuckstone, la francese classe ’68 Laetita Sadier ha prestato negli anni la sua voce a molte note realtà più o meno alternative come High Llamas, Blur, Mouse On Mars e Luna. Dal 2010, ha avviato la produzione solista con The Trip, album col quale iniziava ad evidenziarsi un vena di interprete più emotiva (dalla recensione di Gemma Ghelardi: “una differenza si avverte: il volume del microfono è alzato e Laetita lascia trasparire un velo d’emozione inedito“).

Meglio ancora fa il successore Silencio di due anni più tardi, nel quale (dalla recensione di Solventi) “la maturità ha regalato alla Sadier uno spiegazzato calore, una sparsa pastosità, un tumulto sottopelle“. Un percorso di autrice e interprete che trova compimento nel terzo opus Something Shines, del 2014, che, come si afferma in sede di recensione, rappresenta “un altro passo avanti nel percorso di ridefinizione del proprio status di interprete ‘emotiva’, ferma restando l’attitudine avant e la militanza dei temi“.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite