Mecna (IT)

Biografia

Mecna, un tempo noto come Mec Namara, è un MC con all’attivo diversi lavori, e parte integrante del collettivo Blue Nox. La sua formula predilige atmosfere morbide, attitudine conscious e l’inserto del cantato, suo o degli ospiti, in numerosi brani.

Nato il 26 marzo 1987 a S. Giovanni Rotondo (FG), Corrado “Mecna” Grilli è attivo sotto la sigla Microphones Killarz dal 2000 assieme a Lustro e Totò Nasty, trio di produttori che inizia a farsi le ossa grazie anche all’aiuto di Justice della Tana delle Tigri. Il primo demo è Movimenti sismici, realizzato sui beat di Dj Skin, che viene successivamente diffuso da crew breakdance foggiane come Sisma Boyz e PLS. Seguono alcune partecipazioni a concorsi pugliesi come Spazio Giovani 2003 e una serie di concerti in apertura per Bassi Maestro, Amir & Mr. Phil e Colle Der Fomento. Tra il 2004 e il 2005, assieme al gruppo Original T’Roonz ed ai produttori Dj Dfonq, Dj Dust e K-9, il trio fonda il collettivo Foggia Street e, nel frattempo, stringe alcuni contatti con produttori e rapper del Nord Italia via Internet. Nello stesso periodo escono due cassette autoprodotte, Stacanovisti vol.1 e vol.2, e un esordio dal titolo No Problem.

Registrato all’Havana Studio di Lugano dopo una settimana di session, editato da Dj S.I.D. e mixato a Treviso da James Cella tra ottobre e novembre 2005, No Problem esce il 20 dicembre 2005 e viene distribuito da Vibrarecords. Seguono numerosi live, alcuni spostamenti e nuove collaborazioni. Mec Namara e Nasty si trasferiscono a Roma per studiare, i Microphones Killarz partecipano, tra le altre cose, al Music Village, mentre a ottobre 2006 Mec Namara e ElDoMino, un rapper di Ascoli Piceno, pubblicano in via digitale l’album Propaganda, prodotto da Funk Ya Mama Productions. Produzioni dei Microphones Killarz finiscono anche nel primo lavoro ufficiale degli Original T’roonz, Diversi Dalla Massa.

Il secondo album del trio, No Sense, con i singoli Colpa sua e Spring Beer, esce a giugno 2007 tramite l’etichetta veronese The Saifam Group con distribuzione Self e riscuote un grande successo di pubblico. Nel 2009 Mecna, Kiave, Ghemon, Macro Marco, Hyst, DjImpro, Rafè & Negrè formano il collettivo Blue-Nox Academy, mentre l’anno successivo Grilli esce con l’esordio solista sotto il nome di Mecna Le valigie per restare, un EP pubblicato soltanto in digitale (scaricabile gratuitamente sul sito del rapper) contenente i singoli Ogni Secondo (prodotto da K-9 che vede la collaborazione del cantante bolognese Andrea Nardinocchi) e Con i piedi sul mondo (con Mad Buddy). Seguono pubblicazioni su Soundcloud (Per le briciole e Le cose buone) che confluiscono in un secondo lavoro sulla media distanza, ovvero Bagagli a mano. Nel 2012 Mecna torna a collaborare con Nasty & Lustro su nuovo materiale dei Microphones Killarz, mentre, con il collettivo Blue-Nox, lavora all’album solista Disco Inverno, disco che esce a settembre anticipato dal singolo Senza Paracadute.

Due anni più tardi arriva Laska un disco concepito in un cottage sul lago Øyeren, vicino alla piccola cittadina norvegese di Fetsund, che vede la presenza del musicista e compositore Alessandro Cianci. Come scritto in sede di recensione, il disco è un autentico ritratto dell’artista, quanto mai personale e sentito, con una produzione eccelsa di beat post-dubstep e nu soul, che vede la presenza, tra gli altri, del giovane talento Yakamoto Kotsuga e Pasta degli Amari e FareSoldi.

Il 2017 vede la pubblicazione di Lungomare Paranoia, terzo LP solista per Mecna che qui spinge a fondo il pedale del pop con un aumento dei ritornelli cantati e delle strutture electro dei pezzi; alle spalle del disco vediamo in tal senso una nutrita schiera di producer elettronici capeggiati da Godblesscomputers, che firma le due basi più valide del disco nella balneare Malibu e nel singolo Il Tempo non ci Bsteràc. Confermandosi una penna forbita ed estremamente personale, autobiografico ma facilmente empatizzabile, autoriale senza mai isolarsi nell’aulicità. Da segnalare anche il rinnovato ricorso all’autotune, espediente che secondo Luca Roncoroni non si risolve in facile maniera modaiola (vedi trap e affini) ma all’interno dell’album risulta ben integrato e mai troppo piacione.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite