Peter Hook vs New Order: continua la diatriba

Continua il diverbio tra Peter Hook e il resto dei New Order. Tra le due fazioni ormai è chiaro che non scorre più buon sangue, così come è evidente da parte del bassista la volontà di sfruttare sempre più il nome della band synthpop e della storica formazione originaria dei Joy Division per scopi puramente personali.

L’ultima trovata in ordine di tempo riguarda i due live che Hook terrà in UK a gennaio: si esibirà infatti nella riproposizione di due dei maggiori lavori dei New Order, ovvero Movement (il 17 a Londra) e Power, Corruption & Lies (il 18 a Manchester) oltre all’esecuzione di alcune chicche come Ceremony e Blue Monday. L’intento è benefico, e il ricavato sarà devoluto in beneficenza a due associazioni di carità britanniche.

Questi fatti seguono a stretto giro l’uscita del libro di Hook sui Joy Division, accennata in una news alcuni mesi fa, mentre un paio di settimane prima in un'intervista alla BBC6 Bernard Sumner – attuale frontman dei New Order – aveva anticipato la decisione di registrare nuovo materiale nel 2013 col nome della band, moniker sul quale è in corso una battaglia legale risalente alla reunion senza Hook del 2011, a cui il bassista rispose a suo tempo con un tour dall’emblematico nome Peter Hook Plays Joy Division, in cui faceva le veci anche dello storico leader del combo post-punk Ian Curtis.

Staremo a vedere nel futuro come si evolverà ulteriormente il tutto.

4 ottobre 2012 di Andrea Forti
Leggi tutto
Precedente
Romaeuropa Festival: a ottobre un focus su John Cage [CONTEST] Romaeuropa Festival: a ottobre un focus su John Cage [CONTEST]
Successivo
Adele: il main theme del nuovo James Bond [VIDEO] Adele: il main theme del nuovo James Bond [VIDEO]

artista

album

Altre notizie suggerite