L’industria del vinile prevede un fatturato di oltre un miliardo di dollari nel 2017

Dopo avervi riportato i risultati delle vendite annuali di dischi in vinile nel Regno Unito, vi parliamo anche di una nuova analisi condotta da Deloitte e riportata da NME, che afferma che l’industria che ruota attorno a questo classico formato sarà in grado di generare profitti miliardari, con una previsione tra gli 800 e i 900 milioni di dollari nel solo 2017: «Il vinile coprirà circa un quinto degli acquisti musicali nell’ambito dei formati fisici, nel 2017, e circa il 7% dei 15 miliardi di dollari che l’industria musicale prevede di incassare quest’anno».

Tuttavia, l’esperto di ricerca su tecnologia, media e telecomunicazioni della compagnia, Paul Lee, ha anche previsto che ci sarà una flessione nelle vendite del vinile: «Nel 1981 gli album venduti furono circa 1 miliardo. Nel 2017 saranno 40 milioni. Non è il risorgimento che è stato ritratto finora. È un’anomalia», ha dichiarato al Financial Times. Lee ha argomentato la sua tesi affermando che sempre più consumatori sono portati all’acquisto di ristampe ed edizioni deluxe, piuttosto che di nuovi album che potrebbero diventare classici in futuro. Citando un sondaggio della BBC, Lee ha aggiunto che quasi la metà delle persone che acquistano vinili non li ascolta e che il 7% di questi non possiede nemmeno un giradischi.

Su SA trovate anche i risultati di una curiosa ricerca e altri dati riguardo al vinile, le cui vendite hanno superato quelle dei download.

vinile

17 gennaio 2017 di Davide Cantire
TAG
Precedente
John Lydon. In uscita il libro “Mr Rotten’s Songbook” John Lydon. In uscita il libro “Mr Rotten’s Songbook”
Successivo
Bardo Pond. Tutti i dettagli sul nuovo album “Under The Pines” e un brano in ascolto Bardo Pond. Tutti i dettagli sul nuovo album “Under The Pines” e un brano in ascolto

Altre notizie suggerite