PREV NEXT
  • feb
    28
    2017
  • gen
    10
    2017

Album

Adele H è Adele Pappalardo e questo Dogmas è l’EP che anticipa la release del suo primo disco in solo intitolato Civilization, previsto per marzo 2017 via Obsolete. Solo voce e pochissimo altro, e per pochissimo altro si intende veramente poche percussioni mandate in loop, come accade con la voce, tramite una loop station. Questo, in soldoni, l’armamentario con cui si presenta anche on stage la nostra Adele H, e a dispetto di tutto e tutti questi scarsi mezzi (in realtà a supportarla ci sono i bongos di Dave Gagne e la chitarra di Buck Curran) sono sufficienti per creare delicate architetture, quasi dei frattali sonori che crescono e si accumulano gli uni sugli altri, finendo col costruire piccole cattedrali fatte di voci intrecciate, sospiri e respiri che si fanno ritmica, soffi e sbuffi che si fanno contesto sonoro, ipnosi uditiva e visionarietà a pacchi. Aspettiamo l’album lungo con una certa trepidazione.

A produrre il tutto, e a mettere anche una chitarra atmosferica nella title track, è Buck Curran, metà Arborea e già autore di uno dei migliori dischi ascoltati nel 2016, ovvero l’esordio Immortal Light. Oltre a produrre, e questo è il motivo per cui accorpiamo i due EP, Adele e Buck sono anche una coppia nella vita, ma se nel lavoro di Adele, Buck contribuisce con la sua chitarra, nell’EP digitale intitolato Standing Rock Plain fa tutto da sé, per rendere omaggio al coraggio con cui i Nativi americani si sono opposti alla costruzione di un oleodotto nella zona di Standing Rock. Trasformando quelle proteste in una sorta di monito generalizzato («Places like Standing Rock are Ground Zero for our collective present and future generations», dice Curran nelle liner notes), Curran riprende le fila della tradizione rock di protesta o di impegno civile alla Guthrie o Dylan a base di voce misurata e chitarra acustica, per lanciare un messaggio disperato e sofferto di pressante attualità. L’aggiunta di un solo pezzo originale (Zitkala-Sa, una solare elucubrazione alla chitarra elettrica, umorale e varia) e di varie versioni della title track segna l’importanza e, anche, la centralità del tema nell’immaginario dell’americano.

8 marzo 2017
Leggi tutto
Precedente
Magic Island – Like Water Magic Island – Like Water
Successivo
Stèv – Broken Mamori Stèv – Broken Mamori

album

album

recensione

artista

artista

Altre notizie suggerite