Libri
NdA Press

Soluzioni semplici per organizzare spettacoli” recita il sottotitolo del libro di un Andrea Pontiroli ideatore e fondatore del circolo Magnolia di Milano. Di semplice però, nell’organizzare concerti, non c’è proprio nulla, ammesso che il vostro scopo sia operare con tutti i crismi e non affidarvi alla tipica (e pericolosa) soluzione improvvisata all’italiana. E allora questa guida pratica generosissima di consigli e multisettoriale potrebbe tornarvi molto utile, considerato anche un campo di applicazione che non brilla certo per bibliografie istituzionali condivise.

Si va dal corso antincendio e di primo soccorso alla fiscalità, dalle gabelle SIAE e ENPALS alla normativa di riferimento, dalle informazioni tecniche su impianti luce e audio ai meccanismi che regolano il booking e la promozione, passando per le figure professionali coinvolte, i trucchi sulla spillatura delle birre o i consigli sulla scelta delle strutture per i bar. Quando non è lo stesso Pontiroli a parlare, lo fa in sua vece qualche professionista del settore (tra i capitoli più curiosi, quello di Sabrina Bottari sulla vita da backstage; tra i più utili, quello di Daniela Amati sulle licenze, di Giovanni Segattini sul light design, del fonico Simone Ravasi e del docente di economia aziendale Giuseppe Pedeliento sul controllo di gestione), con lo scopo di offrire al lettore un quadro quanto più preciso possibile su tutto ciò che ruota attorno a uno dei mestieri più importanti e al tempo stesso delicati della filiera musicale. Soprattutto in un momento come quello che stiamo attraversando in cui, appurata la crisi di vendita del supporto disco, è proprio lo spettacolo dal vivo a reggere tutto il carosello.

Quasi trecento pagine dall’approccio molto pratico che scorrono via in un battibaleno e che fungono da ottima introduzione alla professione, da integrare comunque con una bibliografia ragionata (l’ultimo capitolo è dedicato ai consigli per gli acquisti in questo senso) e, soprattutto, con l’esperienza sul campo. Per un mestiere che presuppone un bagaglio di conoscenze in più ambiti, una certa diplomazia, sangue freddo e molto carattere e che per certi versi ricorda un artigianato vecchio stampo costruito sugli errori e sui piccoli passi. Lettura fondamentale per operatori musicali o aspiranti tali, addetti ai lavori e persino musicisti.

10 febbraio 2013
Leggi tutto
Precedente
Conrad Schnitzler – Con 3 Conrad Schnitzler – Con 3
Successivo
Cut – Operation Manitoba Cut – Operation Manitoba

Altre notizie suggerite