• set
    01
    2010

Album

Epitaph

Dei Bad Religion impressiona non tanto il fatto che siano in piedi da trent’anni. E’ la forma in cui sono giunti al fatidico appuntamento a guadagnarsi la nostra ammirazione; l’evidenza che, al quindicesimo lp in studio, Greg Graffin e Brett Gurewitz impugnino ancora saldamente il timone e che rimangano essenzialmente immutati i motivi che li hanno resi esemplari. Fuor di retorica: la loro è una ricetta semplice ma che come tale vanta infiniti tentativi di imitazione e ognuno inferiore. Che, se combinata con mano sapiente, può offrire canzoni di rango tipo la cavalcata The Day The Earth Stalled e l’amara innodia di Only Rain che aprono questo disco.

Degne di Maestri che le loro rivoluzioni sonore già le hanno inscenate epperò non mollano, consci di come sarebbe impossibile proporne nel canone hardcore punk da loro stessi forgiato a meno di assurde o ridicole modernizzazioni. Si tratta di tradizione, per cui se assaggi la torta della nonna da un forno industriale il gusto non è uguale e idem se il cuoco non ci mette cuore e testa. Così che, anche nel lavoro meno azzeccato da che a inizio decennio i californiani risorsero con The Process Of Belief, i brani eccessivamente formulaici vengono spazzati via dal pugno di nuovi classici che fondono aggressività, melodia e testi intelligenti: una scintillante Cyanide e una fenomenale The Resist Stance, l’epidermica Won’t Somebody e le eleganti però possenti Avalon e Meeting Of The Minds. Punk di mezza età senza patetismi: si può.

20 ottobre 2010
Leggi tutto
Precedente
Kings Of Leon – Come Around Sundown Kings Of Leon – Come Around Sundown
Successivo
Boris – BXI Boris – BXI

album

artista

Altre notizie suggerite