• nov
    01
    2008

Album

Wichita Recordings

Marc Bianchiè il classico poppettaro da cameretta, artigiano del DIY, fabbricante di
squisiti confetti di indie pop cantautorale. Nerd occhialuto come iconografia
comanda, sforna dischi dal ’96 sotto il moniker Her Space Holiday, e negli anni
si è ingraziato quelli della Saddle Creek (Bright Eyes e Faint), Xiu Xiu e American Analog Set grazie alle doti di
remixer. Un po’ alla Casiotone For The Painfully Alone, il suo era stato un
affare prettamente a base di laptop, sample e tastierine, fino a questo XOXO,
Panda And The New Kid Revival
che lo porta nei territori della musica
“suonata” (che brutta parola, ma rende l’idea) a partire dalla programmatica The New Kid Revival, omaggio a quelli
che sembrano essere i suoi modelli di songwriting, R.E.M. (nell’arrangiamento),
Daniel Johnston e soprattutto Conor
Oberst
. Si varia, certo,
anche se sulle coordinate simili: The
Truth Hurts So This Should Be Painless
e The Year In Review sconfinano nella giocattolosità di The Boy Least Likely To, No More Good Ideas e Four Tapping Shoes And A Kiss distorcono
sul garage-glam, come la bolaniana Sleepy
Tigers
.
La piccola gemma del caso è però The World Will Deem Us Dangerous, chitarre pizzicate, banjo,
organetto, percussioni improvvisate, coretti approssimativi, atmosfera da
albero di Natale alla Eels (come in My Crooked Crown). La sostanza difatti è
proprio quella: canzoni intese come quelle piccole cosucce fatte a mano che
mostri timido agli amici, e che raccontano di te meglio di ogni altra cosa. Che
poi basterebbe l’incipit di The World
Will…
: “don’t ever grow up kid”,
dice Bianchi a se stesso. Più chiaro di così.

3 dicembre 2008
Leggi tutto
Precedente
The Wave Pictures – Instant Coffee Baby The Wave Pictures – Instant Coffee Baby
Successivo
Plus-Minus – Xs On Your Eyes Plus-Minus – Xs On Your Eyes

album

artista

Altre notizie suggerite