Advertisement
  • ott
    01
    2007

Classic

Polyvinyl Records

Ancora loro? Sì, ancora loro e non vogliono smettere di farci fischiettare il loro svenevole pop beatlesiano.  A pochi mesi dall’eppì Icons, Abstract Thee nel quale la band di Kevin Barnes tornava ad arrangiamenti meno pomposi e essenzialmente indie pop, questa infornata ne segue le tracce, riavvolgendo la bobina a un format prevalentemente guitar oriented (ma pur sempre farcito di tastiere psych). In verità la cosa ha un senso: parliamo della ristampa di una collezione d’inediti originariamente pubblicati dalla Track And Field nel 2003.

E vi basti sapere che la scrittura, allora come oggi, è ben al riparo dall’aridità, e come la reinvenzione dei Fab Four (e della Nugget generation) fonte d’inesauribile creatività “povera”. Fuori dal tempo. Giusto per essere oziosi, in rassegna abbiamo My, What A Strange Day With A Swede, melodia ultra cheesy con scimmiottamenti di I Want To Hold Your Hand e chitarre hawaiane sul finale; il geniale baronetto pop virato (synth pop) Barrett di Cast In The Haze (Been There Four Days), il puro mestiere “ma averne” del Mersey Beat di Cast In The Haze (Been There Four Days), la sbilenca (e stonata) Lennon-ballad Girl From Nyc (Named Julia). Infine ci sono le pure gag: gli anni ’30 di Charlie And Freddy e la canzone dal titolo già mitico There Is Nothing Wrong With Hating Rock Critics (fate conto gli Of Montreal in combutta con i Ramones). Il nuovo album uscirà nel 2008, Wikipedia svela già un titolo provvisorio: Skeletal Camping

1 ottobre 2007
Precedente
Sandro Perri – Tiny Mirrors Sandro Perri – Tiny Mirrors
Successivo
Michael Moore – Sicko Michael Moore – Sicko

SA Magazine

Recensioni più lette

album

of Montreal

If He Is Protecting Our Nation… Then Who Will Protect Big Oil, Our Children?

artista