• mag
    01
    2012

Album

Cascade Records

L'album del bravo duo monzese Planet Soap è la giusta rappresentazione di quel che l'Italia può offrire all'indagine elettronica globale di questo momento storico. Dal background piantato su quel che gira attorno al wonky (tutto quel che c'è da sapere è sul nostro megafocus BEAT dot IT), Velvet HE1 vien fuori nella forma di una bass music fatta con buona grinta e ambizione, attenta a non tralasciare l'attitudine per la pista (Vectorama e la sua energia esplicitamente techno, ma anche la già nota Rhynostatic o I'm Approaching You Tonight) ma soprattutto infarcita di quel particolare senso del groove che deve distinguere il sound italo (su tutte Virus, beat che apre gli spazi e loop cosmico in stato di grazia).

Un concept scuro che non va troppo sul sottile lungo orizzonti astratti e spara le sue cartucce beats, bass & melody in maniera esplicita, come è giusto che faccia lo spaghetti-style. Eppure i Planet Soap hanno anche più talento di così: l'album ha il suo carattere ma non vuol discostarsi troppo dal trend UK bass battuto al momento da più parti, sacrificando in parte l'originalità e l'eclettismo di cui i due son capaci (un assaggio lo dà The Alien From KooleYay: techno bass, Carl Craig sì ma anche echi di dream progressive). È questo il disco più "europeo" che potessero fare, buono per il passaparola oltre confine e studiato per non disorientare e accogliere un pubblico più ampio possibile. I palati più esigenti avranno un'altra occasione.

13 maggio 2012
Leggi tutto