• feb
    01
    2008

Album

Raster Noton DE

Interfacciano sintesi numeriche i composti parametri di Test Pattern, nuovo progetto dell’artista giapponese Ryoji Ikeda a tre anni dal sublime radicalismo di Datamatics.

Portavoci di valori performativi, le sedici tracce di Test Pattern oltrepassano la frequenza assumendo ad ogni capo polarità in pattern per poi mutare identità nell’elettronica di segnale.

Si ritrattano i principi dell’estetica che acquistano forma e purezza nella geometria contemporanea del limite; un limite finito che attraversa le regole dell’imput/output organizzando pulsioni sonore che difficilmente superano i 5 minuti. Soggetti in segnali ad alte frequenze, in certi casi al limite dell’udibile, che si lasciano condizionare dal ritmo e da governate regolarità, mentre la struttura composita regola le volute tra sferzati, puntinati o modulati ripetitivismi.

Geometrie che vanno oltre la minimal-techno e superano i confini del glitch; che partendo da elementi primari, arrivano a plasmare masse di flussi sonori che s’impossessano del limite spaziale a tratti annientandolo, o radicandosi nel mutamento seriale.

Senza mai dimenticare poetica e stato emotivo dell’ascoltatore, a conferma che i cosiddetti nuovi suoni esistono ancora, ed hanno ancora molto da dirci!

1 febbraio 2009
Leggi tutto
Precedente
Harmonic 313 – When Machines Exceed Human Intelligence Harmonic 313 – When Machines Exceed Human Intelligence
Successivo
Jamie Lidell at Velvet Club, 24 gennaio 2009 Jamie Lidell at Velvet Club, 24 gennaio 2009

album

artista

Altre notizie suggerite