Flow #041 – Limousine rosa fra le case popolari

Mentre i riti orgiastici dei megaconcerti estivi si consumano fra nostalgie post-coitali e sguardi rivolti più che altro al passato, ai ricordi di epoche d’oro in conflitto con le responsabilità quotidiane, c’è un flusso che scorre inesorabile verso il futuro, ricco di vitali novità che rappresentano la fonte dell’eterna giovinezza. Flow di questa settimana vi regala una selezione di nuovi brani e video, a cominciare da quello di Tyler, the Creator, artista uscito di nuovo allo scoperto dopo il successo di Cherry Bomb, album del 2015. Il misterioso conto alla rovescia sul suo profilo Twitter è terminato con la pubblicazione di un nuovo singolo dal titolo Who Dat Boy, accompagnato dal video del regista Wolf Haley. Tyler “il creatore” Okomna si è così preso una pausa dalla sue attività collaterali che lo vedono impegnato come stilista e regista di corti, nonché come produttore di uno show per Viceland che debutterà il prossimo 3 agosto col titolo Nuts and Bolts. Il clip in questione vede come co-protagonista A$ap Rocky, nelle vesti di un chirurgo che trapianta una nuova faccia (tra l’altro dal colore di pelle chiaro) a Tyler, rimasto sfregiato in seguito a un esperimento mal riuscito. Il singolo, disponibile su tutte le piattaforme, include anche la traccia 911/Mr. LonelyA seguire un altro spettacolare video per il nuovo singolo del rapper di Chicago Towkio. Il pezzo si intitola Drift e l’immediata associazione con Fast & Furious trova compimento nel clip diretto da Todd Burr e dallo stesso Towkio: auto che driftano selvaggiamente su strade che tagliano maestosi paesaggi messicani. Il rapper esibisce inoltre coreografie in luoghi storici del paese centro-americano, creando un effetto grottesco e dissacrante come il suo stesso personaggio impone. Questo singolo prodotto da Diego Bravo e Daniel Ramos sarà inserito nell’album dal titolo WWW, che ancora non ha una data di uscita certa.

La vera bomba della settimana esplode però proprio in Italia, grazie al video firmato da Johnny Dama e dal suo team per il pezzo E Strade Song e Nostre, nato dalla collaborazione fra Enzo Dong e Clementino. Un singolo sfrontato ed eccessivo secondo lo stile di Secondigliano caro ai due rapper campani, ma sono le immagini ad aggiungere il carico da novanta: limousine rosa fra le vele di Scampia, bottiglie di champagne e case popolari, cinture esplosive, un diffuso elogio del trash, grafiche in stile Mortal Kombat e un incoraggiante «continua…» come finale. Shablo e Swan hanno prodotto questa, che sarà la canzone dell’estate per chi proprio non vuole accontentarsi di DespacitoAncora un pezzo in ambito hip hop con la novità di Princess Nokia, approdata a Rough Trade Records dopo essersi prodotta lo scorso anno il mixtape 1992. Il video del singolo G.O.A.T. è stato diretto da Milah Libin e dalla stessa Destiny Frasqueri aka Princess Nokia, la quale è anche protagonista del clip, in cui esegue il pezzo a bordo di una Polaris Slingshot. «Occhiali scuri sempre con sé» è il mantra di Coez, che non ci abbandona mai, nemmeno prima di decollare con un Enjoy verso lidi a 8bit; il video di Parquet è un viaggio lisergico nell’etere, connessi con un modem a 56k, tra schermate di paint, mariachi e rivisitazioni in chiave vapor di scene dei fratelli Fargo, in linea col taglio ironico e velatamente provocante del brano. Per questo terzo video estratto dall’album Faccio un casino, Coez ha affidato nuovamente la regia a YouNuts, mentre il comparto grafico è responsabilità di Slevin.

Poter vantare nell’album d’esordio alcuni featuring di prestigio è un ottimo punto di partenza per un musicista, specialmente se si tratta di nomi che hanno un peso rilevante nella scena musicale contemporanea, come quelli di ASAP Rocky o Desiigner; un brano in collaborazione con Damon Albarn, tuttavia, oltre a essere una panacea per il proprio ego, è pure un punto d’arrivo. È ciò che è successo al giovane producer britannico Mura Masa con Blu, ultima traccia del debut album che porta il suo stesso nome. Il brano – di cui è presente soltanto una traccia audio – è l’ultima anticipazione che preannuncia l’imminente uscita dell’album, prevista per il 14 luglio. Sorvoliamo lentamente una foresta, tra lievi carrellate e close-up nel cuore della flora boschiva: un piccolo universo verde, in cui aleggiano pacate le note di The Children, delicato brano dream pop d’esordio di HÅN, giovane musicista lombarda. Nel video diretto da Alvaro Lanciai è stata rappresentata metaforicamente una situazione confortevole, assimilabile a quella di un posto sicuro, come appunto un bosco, in bilico tra l’eterea suggestione e il fiabesco. Un legame speciale con i luoghi lo troviamo anche nel video di I Dare You dei The XX. Il terzo clip estratto dal loro recente e fortunato I See You è una raffinata lettera d’amore dedicata a Los Angeles, una piccola produzione dal taglio cinematografico diretta dal fotografo e amico Alasdair McLellan, il quale ha firmato i recenti video della band, oltre a fregiarsi della prestigiosa collaborazione dello stilista belga Raf Simons ad oggi direttore creativo di Calvin Klein.

Chaz Bundick, in arte Toro Y Moi, presenta Boo Boo con un secondo singolo, dopo il primo Girl Like You: si tratta di You And I, ballata dalle tinte malinconiche e dalle sonorità vaporose marcatamente anni novanta. Il video, diretto da Harry Israelson, vede Bundick in una stanza con un grande dipinto astratto alle spalle, prima seduto su un pianoforte e poi a danzare illuminato dalla luce di una finestra. A ravvivare un po’ la mestizia e ad offrire quella sensazione di luce, ecco Lens Mozer con il suo pezzo All My Friends: l’artista di Los Angeles offre una traccia guitar-pop leggera ed orecchiabile, perfetta per iniziare la giornata, accompagnata dalle animazioni triangolo-ipnotiche di Lucy Munger. Un’alternanza di varie tinte e fiori è forse la rappresentazione del susseguirsi di stati d’animo ed emozioni dei due protagonisti, che sembrano voler raccontare la crisi del loro rapporto: è sostanzialmente quello che ci fa vedere Kno, il video diretto da Sofía Auza per la band Us And Us Only, alle prese col debutto intitolato Full Flower per Topshelf Records. A chiudere la playlist ecco i Narrow Arrow, band indie-punk/emo da Mansfield, OH, con il pezzo Correct Sean, estratto dall’album Claustrohphobia. Qui, in un continuo passaggio da una finestra all’altra, si vedono i tre membri del gruppo in varie situazioni, per poi terminare con la stessa finestra in mezzo al mare.

Leggi tutto
Precedente
Vasco Rossi, il gigantismo live e gli eventi cannibali Vasco Rossi - Vasco Rossi, il gigantismo live e gli eventi cannibali
Successivo
Space-gazing. Intervista a Grimm Grimm Grimm Grimm - Space-gazing. Intervista a Grimm Grimm

Altre notizie suggerite