Crab In Honey
ott
06
2014

Fever The Ghost

Crab In Honey

Heavenly

PopPsychArt
Precedente
Monuments To An Elegy The Smashing Pumpkins - Monuments To An Elegy
Successivo
Individ The Dodos - Individ

Info

Crab In Honey è l’EP di debutto dei Fever The Ghost, band americana dedita a una forma di art pop in cui confluiscono new psichedelia, glam e dance rock. Masterizzato da Bob Ludwig (David Bowie, Nirvana, Radiohead), il disco esce per Heavenly. L’estetica è fortemente Seventies nelle sonorità quanto nell’approccio stilistico. Sintetizzatori, incastri di basso/batteria e melodia completano il quadro di un EP dotato di una forte identità e che riesce a mantenere una buona componente pop, pur concedendo spazi a una certa raffinatezza di arrangiamenti.

Il singolo Source recupera vecchie ossessioni MGMT arricchendole con un ritornello quasi dance che potrebbe rendere il brano una piccola hit dell’underground. Anche lo space pop di A Parliament Of Owls Determines The Fates of Greater Men No Less Than 5 Stories Above Us In A Dream viaggia sui rassicuranti binari sonici di un indie quasi danzereccio, mentre We’ll Never Know The Place è l’altro dei momenti migliori del lavoro, con un intro acustica di prog folk che prelude a un etereo valzer perfetto per la chiusura di un EP che promette abbastanza, mantenendo tutte le aspettative.

di Stefano De Stefano

Altre notizie suggerite