GENE
Giu
05
2020

LA Priest

GENE

Domino

PopDance-popIndieSynthpop
array(0) { }
  • Beginning
  • Rubber Sky
  • What Moves?
  • Peace Lily
  • Open My Eyes
  • Sudden Thing
  • Monochrome
  • What Do You See
  • Kissing of the Weeds
  • Black Smoke
  • Ain’t No Love Affair
  •  
Precedente
Svalbard Niklas Paschburg - Svalbard
Successivo
New Atlantis EP Chrissy - New Atlantis EP

Info

Dopo l’album di debutto Inji, che segnava la fine dei Late of the Pier, GENE è il secondo lavoro da solista di LA Priest (nome d’arte di Samuel Eastgate/Sam Dust), disponibile dal 5 giugno 2020 su Domino. Stando a quanto dice la nota stampa, il titolo fa riferimento ad una nuova drum machine analogica che Sam ha costruito da solo utilizzando 150 circuiti elettronici (anch’essi creati interamente da capo, durante un isolamento di oltre due anni): «I suoi schemi ritmici sono il punto focale dell’album, il quale è caratterizzato da elementi rigogliosi, toni pastorali e influenze dell’ambiente circostante».

Esattamente come lo stravagante album precedente, «non facile al primo impatto, né forse a quelli successivi» (come scritto nella recensione del nostro Gadis Argaw), GENE «offre un biglietto di sola andata in una dimensione creata interamente da Sam. […] Questi brani sono alla ricerca di un significato, esplorando i limiti della abilità del loro creatore». Ad anticiparne l’uscita il lead single What Moves?, il cui videoclip è stato diretto e prodotto dallo stesso LA Priest, e il brano Beginning.

di Nicola Rakdej

Altre notizie suggerite