Album

Jimi Tenor

Jimi Tenor – Aulos

20 Novembre 2020 afrobeat world_etnica exotica_lounge_muzak jazz
Array

Agitatore musicale all’interno della scena elettronica di fine anni ottanta e primi anni novanta ma dalla fine di quel decennio sempre più votato al jazz variamente contaminato fino ad arrivare più di recente anche all’afrobeat, il finlandese Jimi Tenor è sempre stato un eccentrico outsider – e purtroppo come tale anche ingiustamente sottovalutato – dai mille talenti e della vena apparentemente inesauribile. Questo suo nuovo Aulos è un altro stupefacente esempio di quanto eclettica sia la sua musicalità.

Registrato tra la Germania ed il Ghana (dove la label Philophon, per la quale arriva sul mercato, ha aperto uno studio di registrazione), l’album vede tra i musicisti partecipanti, oltre al tedesco Max Weissenfeldt – che qui è anche in veste di produttore, oltre ad essere anche fondatore della stessa etichetta discografica sopracitata – anche alcuni affermati nomi della scena della nazione africana, su tutti il batterista Ekow Alabi e le vocalist Florence Adooni e Lizzy Amaliyenga, protagoniste dei singoli Sugar and Spice e Vocalize My Luv, nonchè della cover del classico della musica gospel ghaniana Ki’ Igba. Un melting pot di influenze ritmiche e melodiche non solo di matrice africana – idealmente ben rappresentato dallo strumentale Afroeuropean – ed un ricco ed intricato impianto strumentale rendono l’ascolto di questo album euforizzante e coinvolgente.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati