Side Pony
Feb
19
2016

Lake Street Dive

Side Pony

Nonesuch

SoulR’n’b
array(0) { }
  • Godawful Things
  • Close To Me
  • Call Off Your Dogs
  • Spectacular Failure
  • I Don't Care About You
  • So Long
  • How Good It Feels
  • Side Pony
  • Hell Yeah
  • Mistakes
  • Can't Stop
  • Saving All My Sinning
Precedente
Gamble for a Rose King Charles - Gamble for a Rose
Successivo
Sorrow. A Reimagining Of Gorecki’s 3rd Symphony Colin Stetson - Sorrow. A Reimagining Of Gorecki’s 3rd Symphony

Info

In uscita il 19 febbraio 2016, Side Pony è l’esordio su Nonesuch del quartetto statunitense Lake Street Dive, dopo due album e un live autoprodotti e altri due più un EP per Signature Sounds.  Il disco, prodotto a Nashville da Dave Cobb (Sturgill Simpson, Chris Stapleton, Secret Sisters), è un tuffo nella tradizione americana legata al r’n’b, al jazz e al pop e, in generale, alla black music da classifica dagli anni Cinquanta ai Settanta (i girl group, la Motown e le hit all’epoca della British Invasion) le stesse basi sulle quali si sono formati Amy Winehouse e prima i Jackson 5. Non a caso Side Pony (la coda di cavallo a lato) fa riferimento all’omonima acconciatura che già negli 80s rappresentava un revival di quegli anni. Tra le influenze dichiarate della band: Beatles, the Supremes, Dusty Springfield e Beach Boys. In comune tra Michael Calabrese (batteria), Bridget Kearney (basso), voce (Rachael Price) e Michael “McDuck” Olson (chitarra, tromba) c’è anche un background di studi in un conservatorio del New England.

di Edoardo Bridda

Widget

Altre notizie suggerite