Live In Dublin
Mag
31
2019

Lisa Hannigan, s t a r g a z e

Live In Dublin

Play It Again Sam

PopCantautoriClassicaContemporanea
Precedente
L’altro capo EP Levia - L’altro capo EP
Successivo
Help Us Stranger The Raconteurs - Help Us Stranger

Info

Torna, dopo il buon At Swim del 2016, la cantante e cantautrice irlandese Lisa Hannigan con un disco dal vivo insieme al collettivo s t a r g a z e, network di musicisti e di performer di classica contemporanea che ha collaborato con molti artisti, tra cui Björk, Nils Frahm, Sonic Youth e il regista Alejandro Iñárritu. Live In Dublin – pubblicato il 31 maggio 2019 da Play It Again Sam – è stato registrato alla National Concert Hall di Dublino ed è nato da un incontro casuale al Sounds From A Safe Harbour di Cork nel 2015, dove Lisa ha incontrato il maestro André de Ridder, che guida il collettivo.

La cantante ha dichiarato in merito all’esperienza: «In una band, buona parte della comunicazione avviene tramite le spalle, un’alzata di sopracciglio, la sensazione di un piccolo gruppo che respira all’unisono e allo stesso modo danza. È difficile ottenere tutto ciò in un gruppo di 20, 40, o anche 80 persone! Sarebbe come far trascinare un transatlantico da una barchetta. Quando abbiamo iniziato a suonare, sembrava come se l’intero collettivo degli s t a r g a z e fosse salito a bordo della mia barchetta. Si accostano ad un brano proprio come farebbe una band, con un entusiasmo e una musicalità che mi hanno messa subito a mio agio. Vedere cambiare così tanto le mie canzoni mi ha commossa, erano storie in bianco e nero che si coloravano, e speravo di poter fare sempre di più».

I primi video disponibili di seguito sono per i brani Bookmark e Swan. Del primo la performer ha dichiarato: «Bookmark è un brano che avevo scritto per At Swim, ma che avevo poi deciso di escludere perché non mi sembrava adatto, non riuscivo a creare un arrangiamento valido che andasse oltre la mia chitarra e mi sentivo bloccata. È stato poi André a farlo, durante il PEOPLE Festival a Berlino, e a darle nuova vita in pochissimo tempo».

di Marco Braggion

Widget

Altre notizie suggerite