Cosmos
Nov
02
2018

Miss Kittin

Cosmos

Nobody’s Bizzness

AmbientElectroElettronica
Precedente
Mavis Staples – Live In London Mavis Staples - Mavis Staples – Live In London
Successivo
Songs Of Mercy And Desire Elli De Mon - Songs Of Mercy And Desire

Info

Esce il 2 novembre 2018 su Nobody’s Bizzness Cosmos, quarto disco da studio per Caroline Hervé in arte Miss Kittin (per l’occasione la denominazione viene abbreviata in Kittin, moniker utilizzato all’inizio della carriera, quasi vent’anni fa). Il lavoro segue Calling From The Stars del 2013 ed è, a detta della stessa artista di Grenoble, il suo «primo concept album, un viaggio metafisico che indaga le domande fondamentali: chi siamo? Perché siamo qui? Dove stiamo andando?». L’album è stato scritto nella campagna francese, durante una pausa di decompressione fra i numerosi tour: «Con Cosmos tutto è energia. Sono tornata al centro di me stessa, libera e piena di curiosità».

Le tracce passano da un’ambient su spinte moroderiane (Cosmic Address) a paesaggi più meditativi (Are You There?, Elevate), predicando il verbo electro per cui la chanteuse è famosa (Question Everything) su strutture astratte e robotiche (Atoms, in sintonia con le anodine liste dei Kraftwerk), vicine alle atmosfere horror della colonna sonora di Stranger Things (Multiverse) e all’attualità politica (#MeToo).

Miss Kittin ha esordito come DJ assemblando le compilation Radio Caroline all’inizio degli anni 2000, ma è diventata ben presto la portavoce femminile dell’electroclash grazie ai singoli e agli album in collaborazione con The Hacker, nome d’arte di Michel Amato: in questo senso sono emblematici Frank Sinatra, 1982 e Stock Exchange, che descrivevano il nuovo millennio come un mondo strafatto di cocaina che danzava su beat squadrati e melodie glaciali. Il primo video tratto dal disco è per il brano Cosmic Address.

di Marco Braggion

Widget

Altre notizie suggerite