KiTsuNe / Brian The Fox
mar
22
2019

The Future Eve, Robert Wyatt

KiTsuNe / Brian The Fox

Flau

WaveElettronica
array(0) { }
  • 01.01
  • 02.01
  • 02.03
  • 03.01
  • 04.01
  • 04.02
  • 04.03
  • 04.04
  • 04.05
  • 04.06
  • 04.07
  • 04.08
Precedente
The Universe Also Collapses Gong - The Universe Also Collapses
Successivo
Plastergaze Cosmetic - Plastergaze

Info

Il produttore giapponese The Future Eve – conosciuto precedentemente con i moniker di Tomo Akikawabaya e Th -, ha collaborato nientemeno che con Robert Wyatt (ritiratosi dalla scena musicale nel 2014) alla produzione e realizzazione di un album intitolato KiTsuNe / Brian The Fox, pubblicato il 22 marzo 2019 da Flau.

La storia della collaborazione è andata più o meno così: il giapponese aveva pubblicato nel 1984 The Castle, un disco a nome Tomo Akikawabaya, che viene ristampato con il titolo The Invitation of the Dead nel 2015 sulla label newyorchese Minimal Wave Records. Verso la fine del millennio, contatta Wyatt per sapere se avesse del materiale su cui lavorare: «avevo qualcosa – dichiara l’ex Soft Machine – che al tempo chiamavo Brian the Fox (pubblicato poi su Cuckooland); era solo un’idea. Stranamente non aveva un tempo definito, e le parole che avevo tentato di scrivere erano più brevi di un haiku. L’avevo registrato direttamente su nastro, a casa, senza nessun tipo di produzione. Mandai il risultato a Th e a Rinko. Ci hanno lavorato in modo stupendo».

Il giapponese riceve il nastro e inizia a scrivere qualche idea: «Robert aveva registrato 4 takes. Inizialmente ho aggiunto dei layer di suono e in seguito ci ha messo le mani Takaaki Han-ya (membro del duo Beata Beatrix). Dopo due anni abbiamo concluso il lavoro». Il risultato – secondo la cartella stampa – combina «droni introspettivi e cinematici con circuiti elettronici frustrati per un’odissea di incertezza contro l’eternità».

Potete ascoltare lo streaming della traccia Brian The Fox di seguito.

di Marco Braggion

Widget

Altre notizie suggerite