Copper Vale
Mar
04
2016

Yearning Kru

Copper Vale

Planet Mu Records

AmbientElettronica
Precedente
Ryan Adams – Prisoner Ryan Adams - Ryan Adams – Prisoner
Successivo
Damage and Joy Jesus And Mary Chain - Damage and Joy

Info

Pubblicato il 4 marzo 2016, Copper Vale è l’esordio sulla lunga distanza su Planet Mu di Yearning Kru, co-fondatore assieme a James B. Stringer / Brood Ma della net-label Quantum Natives. Differentemente da Daze, debutto su Tri Angle di Stringer ascrivibile al filone distopico/bellico/post-rave già battuto da M.E.S.H e Rabit, e distante dalle produzioni di area Hi Tech che mantengono dei contatti con i mondi techno, grime e hip-hop (vedi Lotic e Angel-Ho), il disco risulta più vicino alla dark ambient dei Demdike Stare, rivista tuttavia dall’angolazione di una virtualizzata/degradata Second Life o Final Fantasy.

A far il paio con il patchwork di CGI, pittura digitale e morphing che forma l’immagine coordinata del progetto, una tracklist (hyper)naturalistica nell’accezione dell’Antropocene che, a livello di umori, richiama alla mente i Coil più esoterici e, per immaginario, un certo (retro)futuro (Il Quinto Elemento, il Dune di Lynch) dai risvolti anche nipponici (Freckles On The Pain Amplifier). Non mancano parantesi rivolte alla revisione di certa indietronica anni Zero (A Chapel Under Static), anche se il riavvolgimento ideale di tante sovrapposizioni e incastri post-umani porta diritto ai primordi dell’“errore sistemico”, un’amniotica versione della glitch music di Oval (che proprio da un approccio del genere ha tirato fuori il suo album Popp).

di Edoardo Bridda

Altre notizie suggerite