Vero amore pop

Di Vinny Cafiso si sa che proviene da Long Island e amava i Beatles finché non amò i My Bloody Valentine. I primi e i secondi suonò con devozione adolescenziale, come un ragazzo che cerca una strada che porti a quell’idea pop che cova nel cuore. Ci riuscì, ma non ci riuscì davvero finché non incontrò Tabitha Tindale. Di Tabitha si sa che proviene da Long Island e che incocciò Vinny in occasione di un rock contest, ancora impegnato a suonare la propria infatuazione in una band devota al culto Kevin Shields.
Se si infatuarono a loro volta l’un l’altra proprio lì e allora – e se mai si siano realmente infatuati – non è dato sapere. Fatto sta che la ragazza decise prima di occuparsi della band in qualità di manager, quindi delle canzoni – che Vinny aveva composto in solitudine – in qualità di cantante. Quelle canzoni sognanti e asprigne, il distacco torbido di quella voce, divennero il debutto omonimo dei Joy Zipper, nome che – vuole la leggenda – fu scelto dal nome della splendida ragazza/madre che compare in
copertina.

Il sodalizio artistico tra Vinny e Tabitha pare avere (o avere avuto) dei risvolti sentimentali, se è vero che è intervenuto il matrimonio a sancirlo. Ma non son cose che ci interessino più di tanto. Non più almeno di ciò che i Joy Zipper fanno. Ovvero, un pop vorace di modelli referenziali (dai già citati MBV agli Sparklehorse, dai Beach Boys ai Pavement) però attento a tenere alto il peso specifico della scrittura, di modo che la mancanza di tregua emotiva, il susseguirsi di brillantezza e struggimento diviene un vero e proprio marchio di fabbrica. Già, perché quando la tensione cala fa subito capolino la derivatività, e allora son dolori. Rimangono però un fenomeno notevole proprio per la specificità implacabile del loro manifestarsi: in altre parole, se è il pop che cercate, se nel grigio volete mettere un po’ di colore e nel sereno la giusta dose di languore, i Joy Zipper fanno al caso vostro. In questi casi, il niente di meno vale almeno quanto il niente di più.

1 Febbraio 2005
1 Febbraio 2005
Leggi tutto
Precedente
Passato, presente e futuro di un indie rocker Dinosaur Jr. - Passato, presente e futuro di un indie rocker
Successivo
Come una pistola fumante in faccia Franklin Delano - Come una pistola fumante in faccia

artista

Altre notizie suggerite