Dal 30 Maggio 2018 al 2 Giugno 2018

Heart of Noise 2018

L’edizione 2018 del festival di musica sperimentale Heart of Noise si tiene a Innsbruck dal 30 maggio al 2 giugno. I nomi in cartellone comprendono Jlin, Arpanet, Glenn Underground, Juan Atkins, Tim Hecker, Errorsmith, Godflesh, Valerio Tricoli, Pan Daijing, Werner Dafeldecker, Abul Mogard, Alec Empire, Klein, Lee Gamble, Marc Baron, Kassel Jager, Bliss Signal (il nuovo progetto di Mumdance), Rrose, Dj Bleed, Dj Katapila, Tape Loop Orchestra, Ekin Fil, Brttrkllr, Anma, Aron Stadler, Zenial e Tomoko Sauvage.

Dopo le scorse due edizioni, concentrate rispettivamente sui temi delle ibridazioni dub e pop, quest’anno il focus della manifestazione è «decocooning society», ovvero «chiedersi se esiste un futuro dell’arte al di là degli elementi “serietà” e “intrattenimento”», come scrive l’organizzazione. «In questo specifico contesto vengono tematizzate le diverse relazioni tra tecnologia, cultura musicale e percezione del contemporaneo, l’emancipazione e la rivalutazione di culture underground, di nicchie e movimenti innovativi soprattutto nella rivalutazione di luoghi comuni dove la musica viene generalmente intesa nella sua dimensione di generi musicali o come una strategia di mercato».

Di seguito il programma completo del festival così come presentato dal comunicato stampa:

«Il festival dura quattro giorni e inizia mercoledì con una collaborazione con Carhartt dedicata al cosmo Detroit-Chicago, proponendo classici del techno: Glenn Underground, Arpanet e Juan Atkins. Il giovedì invece è dedicato alla musique concrete proponendo Francois Bonne taka Kassel Jäger e Marc Baron. Giovedì pomeriggio si terrà una conferenza nell’ambito della serie “Ohne Theorie keine Revolution (Senza teoria nessuna rivoluzione)” con il cofondatore di de:Bug Sascha Kösch aka DJ Bleed e Seth horovitz aka Sutekh aka Rrose. Dopo la conferenza ci sarà l’opportunità di visitare la mostra “Tapes, Kssetten und K7” con un concerto di “Awesome Tapes from Africa”. In collaborazione con la mostra suoneranno durante il festival e in altri luoghi Valerio Tricoli, Marc Baron e Tape Loop Orchestra.

La prima edizione dell’Heart of Noise Festival è stata accompagnata da una co-produzione tra Christian Fennesz e Lillevan. Sin dall’inizio dunque la collaborazione tra musicisti e visual-artists è un’elemento fondamentale del festival. I progetti previsti per l’edizione 2018 sono: Jilins “Black Origami” di Theresa Baumgartner, Ekin Fils e le musicalizzazioni live di flm, Alec Empires – The Destroyer A/V di Lillevan, Abul Mogards e gli austriaci Kutin/Kohlberger. Nel settore concertante saranno inoltre presenti Godfesh, il nuovo progetto di Mumdances “Bliss Signal”, Errorsmith, Rrose e DJ Bleed, Lee Bamble e infne Tim Hecker, il quale presenta il suo nuovo album “Love Streams”.

Il festival non si svolge solamente in sale ma sfrutta anche lo spazio pubblico. Una corsa in tram attraverso il paesaggio idilliaco dei d’intorni di Innsbruck è accompagnata dalla musica live dello sperimentalista altoatesino Maurizio Nardo alias Brttrkllr e dalla cantante tirolese Lissie Rettenwander. Due DJ-sets ci porteranno sul tetto del palazzo più alto di Innsbruck, il Rooftop 13 del Pema Tower e il sabato si svolgeranno concerti ad entrata libera nei giardini del palazzo reale (Hofgarten). Inoltre è prevista una collaborazione nel cinema “Cinematograph” con il “International Film Festival Innsbruck” dove verrà musicato un film muto».

Contest
Artisti Confermati
Concerti

I più attesi