Film

Steve McQueen

Small Axe

15 Novembre 2020 Regno Unito drammatico

Small Axe è una serie antologica della BBC One composta da cinque film scritti e diretti da Steve McQueen, il regista londinese di Hunger (2008), Shame (2011), il super premiato agli Oscar (tra cui Miglior film) 12 anni schiavo (2013) e Widow – Eredità Criminale (2018). Il titolo fa riferimento all’omonima canzone di Bob Marley contenuta nell’album con i Waliers Burnin’ (1973) e che, a sua volta, citava il noto proverbio/motto di protesta «If you are the big tree, we are the small axe» (“se voi siete il grande albero, noi siamo la piccola ascia”). 

Con Small Axe McQueen racconta alcuni accadimenti-chiave della comunità black (nello specifico, di origine caraibica) londinese, in un periodo che va dal 1969 al 1982, e il filo conduttore di questo resoconto è la lotta al razzismo. «Ho iniziato anni fa. Era una di quelle cose che avrei voluto vedere al cinema – ha dichiarato il regista a Rolling Stones – Così ho pensato, la farò io. Volevo raccattare delle storie che mia madre avrebbe potuto guardare perché parte della programmazione della BBC». McQueen è nato a West London da genitori di Trinidad e Grenada.

Ho pensato di seguire una famiglia dal ’68 all’ 84. Solo che ho cominciato ad approfondire, a conoscere altri scrittori e sono finito per fare un altro tipo di cosa. Quando ho iniziato a fare ricerche, sono emerse tutte queste storie vere. Per esempio, “Mangrove”, “Red White e Blue” e “Alex Wheatle” sono storie vere […]. C’erano due cose che volevo fare: un film sugli eventi di Mangrove e uno sul lovers rocks. E poi ho conosciuto le altre storie e quando ho finito di fare ricerche mi è venuta l’idea di “Education”, in cui ho messo parte del mio viaggio inserendolo nel contesto di queste scuole per “bambini speciali”.
Steve McQueen

Il primo film della serie si chiama Mangrove e ha per protagonista principale Letitia Wright (Shuri di Black Panther). Il 9 agosto 1970 venne organizzato un corteo contro la discriminazione dei neri nel Regno Unito, ma l’intervento della polizia londinese portò ad uno scontro violento. Nove manifestanti, tra cui il proprietario del ristorante caraibico Mangrove di Notting Hill a West London (Frank Crichlow, icona dell’attivismo politico di quegli anni), vennero accusati di aver causato lo scontro. Il processo dei Mangrove 9 (il cui nome non può che ricordare Il processo ai Chicago 7 del 1968) è diventato un punto fermo della lotta, perché per la prima volta la corte britannica riconobbe la polizia colpevole di aver agito sulla base di pregiudizio razziale.

Il secondo film è Lovers Rock ed è ambientato negli anni Ottanta. Franklyn (Michael Ward) e Martha (Amarah-Jae St. Aubyn) si conoscono e si innamorano a una festa in un piccolo appartamento di West London. La notte scorre tranquilla, accompagnata dal blues e dal lovers rock (per l’appunto): brano-simbolo della serata Silly Games di Janet Kay (1979). Leggendo la sinossi di questa “commedia”, una sorta di parentesi dentro ma anche fuori un mondo intollerante, si capisce il significato di “small axe”, dato che all’epoca ai neri non era permesso di entrare nelle discoteche per soli bianchi, e quindi erano costretti a riunirsi in casa.

Il terzo film è Red, White and Blue ed è la storia vera di Leroy Logan (John Boyega, Finn dell’ultima trilogia di Star Wars), un agente della London Metropolitan Police che nel 1999 fondò la Black Police Association per riformare la polizia dall’interno e scacciare ogni forma di discriminazione. Red, White and Blue è ambientato negli anni Ottanta, quando Logan entrò nella polizia dopo aver assistito alla violenta aggressione di due poliziotti razzisti contro suo padre.

Il quarto film è Alex Wheatle e ha per protagonista Sheyi Cole. Cresciuto in un orfanotrofio a maggioranza bianca, Alex Wheatle è stato uno scrittore simbolo della comunità black inglese e trovò la sua vocazione dopo essere stato arrestato in seguito al cosiddetto 1981 Brixton Riot o anche Brixton Uprising: nel 1981, a South London, un nutrito corteo di manifestanti si scontrò violentemente con la polizia (oltre 5.000 persone coinvolte); la recessione di quell’anno colpì duramente la comunità afro-caraibica, comportando un aumento consistente dei tassi di disoccupazione e criminalità.

Il quinto film è Education ed è quello più personale di Steve McQueen. Education racconta la storia inventata (ma ispirata a fatti reali degli anni Settanta) di un bambino dislessico di dodici anni, Kingsley (Kenyah Sandy), che ha una smisurata passione per le scienze. Dopo “aver fallito” un test del QI, Kingsley viene allontanato dalla sua scuola per essere spedito in un istituto molto degradato, pubblicizzato come il luogo perfetto per “bambini speciali”; in realtà quel luogo non è altro che l’ennesima espressione del segregazionismo, essendo una “scuola” per bambini neri che hanno particolari bisogni educativi. 

Acclamato dalla critica, Small Axe è andato in onda nel Regno Unito sulla BBC One dal 15 novembre 2020 al 13 dicembre 2020, mentre negli Stati Uniti è stato reso disponibile in streaming su Amazon Prime dal 20 novembre. Per quanto riguarda l’Italia, non c’è ancora una data d’uscita.

Filmografia
Trailer
Voti
Vota
Amazon

I più visti