Al via Marea, percorsi sonori tra porto e città a Ravenna

Dal 18 al 20 maggio e dal 25 al 26 maggio avrà luogo Marea, progetto di valorizzazione del patrimonio sonoro di Ravenna attraverso il suo porto

Dal 18 al 20 maggio e dal 25 al 26 maggio avrà luogo Marea, progetto di valorizzazione del patrimonio sonoro di Ravenna attraverso il suo porto. Marea è una rassegna culturale, sviluppata dall’Associazione MU (Clio Casadei, Giovanni LamiEnrico Malatesta, Glauco Salvo), pensata per presentare al pubblico i più recenti sviluppi di sperimentazione e ricerca dedicati al suono (musica, laboratori, conferenze, sessioni di ascolto, sound-walk), attraverso il coinvolgimento di artisti italiani ed internazionali e utilizzando come base di comunicazione e divulgazione il porto, la sua storia, le sue potenzialità acustiche e sociali, il suo territorio e il ruolo che riveste nella percezione individuale e collettiva della città di Ravenna, del suo mare e dei suoi suoni.

L’intento di Marea è coinvolgere diversi strati della popolazione in attività artistiche e pedagogiche multidisciplinari, dall’infanzia agli adulti, stimolando la partecipazione e mantenendo uno sguardo consapevole sul proprio territorio e la propria quotidianità, attraverso pratiche artistiche legate all’ascolto, all’osservazione, all’esplorazione attiva del paesaggio urbano e naturalistico, all’interazione creativa con oggetti semplici e ordinari partendo dall’ambito del porto e dalla sua possibile permeabilità socio-culturale verso tutta la città di Ravenna.

Il progetto si rivolge sia a neofiti sia a chi già ha intrapreso un percorso artistico, in ambito accademico o da autodidatta. Saranno sviluppati percorsi educativi destinati alle diverse età, dall’infanzia in avanti, che andranno a intersecarsi, così come simili contenuti didattico/formativi saranno declinati in modo diverso, orientandoli al target di età dei partecipanti.

Si apre venerdì 18 maggio con la mostra e la performance acustica del giovane artista olandese Janneke van der Putten, seguita da una selezione dei Fieldworks di Carlos CasasJanneke sarà protagonista dei primo dei laboratori inclusi nella rassegna, che coinvolgerà tra gli altri anche Elena BisernaMassimo Carozzi di Zimmerfrei. Quest’ultimo sarà anche impegnato nell’ultimo live, sabato 26 maggio, a chiusura del programma, dopo il Concerto per Fumogeni del trio VA AA LR.

Il programma completo su mmmu.it.

Tracklist