“Antichrist” di Lars Von Trier bandito dalla Corte francese

A sette anni dalla sua uscita, "Antichrist" di Lars Von Trier è stato bandito dalla Francia. Il controverso film non potrà essere proiettato al cinema, trasmesso in TV, né tantomeno venduto in DVD fino al nuovo certificato per la visione ad un pubblico adulto.

Il gruppo di cattolici conservatori Promouvoir è riuscito a far bandire dalla Francia Antichrist di Lars Von Trier tramite l’approvazione di un apposito provvedimento da parte del Tribunale amministrativo di Parigi, riporta Deadline. La pellicola del controverso autore danese, non solo non potrà essere proiettata nelle sale (male minore, dato che il film uscì nel 2009), ma non potrà neppure venire trasmessa in televisione né venduta né noleggiata fino a quando non otterrà un nuovo certificato per la visione ai soli maggiorenni. Il provvedimento arriva in un momento in cui l’industria cinematografica francese sta cercando di riformare il sistema di rating, proprio per proteggerlo dall’azione di associazioni estremiste come Promouvoir.

La sentenza del Tribunale è stata impugnata dal Ministro della Cultura, Fleur Pellerin, che insieme ad alcune associazioni di categoria ha fatto ricorso («è sorprendente che così tanti film, che sono stati ampiamente acclamati nei maggiori festival senza mai offendere la sensibilità di nessuno – tranne che dei promotori di un nuovo oscurantismo – possano essere vietati al pubblico»).

Pare che Promouvoir abbia preso di mira anche il nuovo film di Quentin Tarantino The Hateful Eight, mentre nel recente passato l’associazione è riuscita a far bandire anche lungometraggi quali Nymphomaniac (sempre di Von Trier), La vita di Adele di Abdellatif Kechiche (Palma d’oro a Cannes nel 2013), Love di Gaspar Noè, Baise-moi di Virginie Despentes e Cinquanta sfumature di grigio di Sam Taylor-Johnson.

https://www.youtube.com/watch?v=MOkRw6kURX4
Tracklist