Beach House. “Depression Cherry” è il nuovo album

Uscirà il 28 agosto 2015 via Bella Union Depression Cherry – con una copertina di velluto rosso – il nuovo attesissimo album del duo formato da Victoria Legrand e Alex Scally, Beach House.

L’uscita dell’album – prodotto e registrato dalla band assieme a Chris Coady allo Studio in the Country di Bogalusa, in Louisiana – coincide con l’annuncio di un lungo tour che il duo intraprenderà a partire da Portland, il 18 agosto 2015, per poi proseguire in Inghilterra ed Europa dalla fine di ottobre (al momento non è compresa nessuna data italiana).

«L’abbiamo registrato tra novembre 2014 e gennaio 2015 e questo periodo incrocia gli anniversari della morte sia di John Lennon che di Roy Orbison», ha affermato la band nel comunicato stampa, «il disco rappresenta in generale un ritorno alla semplicità con le canzoni a strutturarsi attorno a melodia e pochi strumenti, e la batteria ad esercitare un ruolo meno importante. Il crescente successo di Teen Dream e Bloom che si è accompagnato a palchi e stanze più grandi, ci ha portato in un posto più aggressivo e chiassoso, un posto lontano dalle nostre tendenze naturali. Qui continuiamo ad evolvere ignorando completamente il contesto commerciale in cui esistiamo».

Il lavoro arriva a tre anni di distanza da Bloom e a cinque da Teen Dream, entrambi prodotti da Chris Coady. Su queste pagine trovate una presentazione della band curata da Edoardo Bridda.

Di seguito la tracklist del disco, con l’aggiunta di alcune strofe relative a ciascuna canzone, e una recente foto della band.

01) Levitation – “The branches of the trees, they will hang lower now, you will grow too quick, then you will get over it
02) Sparks – “It’s a gift, taken from the lips, you live again
03) Space Song – “What makes this fragile world go ‘round, were you ever lost, was she ever found?
04) Beyond Love – “They take the simple things inside you and put nightmares in your hands
05) 10:37 – “Here she comes, all parts of everything, stars in the motherhand
06) PPP – “Did you see it coming, it happened so fast, the timing was perfect, water on glass…
07) Wildflower – “What’s left you make something of it
08) Bluebird – “I would not ever try to capture you
09) Days of Candy – “I know it comes too soon, the universe is riding off with you…… i want to know you there, the universe is riding off with you

beach-house-2015

26 maggio 2015 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
Depression Cherry
ago
28
2015

Beach House

Depression Cherry

  • Levitation
  • Sparks
  • Space Song
  • Beyond Love
  • 10:37
  • PPP
  • Wildflower
  • Bluebird
  • Days of Candy
continua
Precedente
John Frusciante parla ad Electronic Beats dell’arte di far musica senza aver un pubblico di riferimento John Frusciante parla ad Electronic Beats dell’arte di far musica senza aver un pubblico di riferimento
Successivo
Freak Antoni: l’antologia “Non c’è gusto in Italia a essere Freak” Freak Antoni: l’antologia “Non c’è gusto in Italia a essere Freak”

recensione

recensione

recensione

recensione

artista

recensione

Altre notizie suggerite