Da oggi a sabato Live Arts Week V a Bologna

A qualche giorno di distanza dal prologo di oltre sei ore di “Natten”, del coreografo svedese Mårten Spångberg, Live Arts Week V entra nel vivo.

Entra nel vivo Live Arts Week V, festival di arti performative bolognese ideato e realizzato da Xing che avrà luogo da oggi a sabato presso il MAMbo – Museo di Arte Moderna di Bologna.

A qualche giorno di distanza dal prologo di oltre sei ore di Natten, a cura del coreografo svedese Mårten Spångberg, a partire da questa sera, 19 aprile, iniziano le performance musicali, con SexGodSex di Minoru Sato, sound artist giapponese inventore di strumenti armonico-percussivi.

Domani – mercoledì  20 aprile – in programma troviamo Leif Elggren, scrittore, artista visivo, performer e compositore concettuale che proporrà Swedenborg’s Organ. Elggren – re del Regno di Elgaland-Vargaland (KREV), fondato con Carl Michael von Hausswolff – eseguirà invece un field recording / performance-ritrovamento a partire dalla stanza e dall’organo del filosofo, scienziato e mistico svedese del XIX° secolo Emanuel Swedenborg. Giovedì 21 aprile alle 21:00 sarà la volta dell’attesissimo Florian Hecker che porterà sul palco il trittico psicoacustico (e psico-multi-linguistico) Chimerization, Modulator e Synthetic Hinge. La “chimerizzazione” è un processo compositivo di “détournement” della fonte sonora e delle caratteristiche timbriche della stessa.

Segnaliamo anche, dal programma di sabato 23 aprile, il live media act di Invernomuto, Negus + Celebration, insieme a Lamin Fofana, Primitive Art e Duppy Gun, «una festa cerimoniale in più atti, che segna la conclusione di un percorso che ha visto Invernomuto impegnato per diverso tempo: Negus» – poliedrica messa a fuoco della figura di Haile Selassie I.

Tutti i dettagli sul programma sono disponibili nella pagina dedicata al festival.

Tracklist