Bruno Mars e Mark Ronson accusati nuovamente di plagio per “Uptown Funk”

Il famoso producer Mark Ronson e Bruno Mars sono di nuovo al centro delle polemiche con il loro brano Uptown Funk accusato nuovamente di plagio

Mark Ronson e Bruno Mars sono stati nuovamente citati in giudizio per violazione del diritto d’autore, riporta TMZ. L’accusa questa volta arriva dalle Sequence, un trio hip-hop al femminile attivo tra fine anni ’70 ed inizi ’80 che recrimina somiglianze evidenti tra la nota Uptown Funk e la loro Funk You Up, pubblicata nel 1979. I due brani, secondo le musiciste, presenterebbero «elementi compositivi significativamente e notevolmente simili tra loro».

Inserito originariamente nel disco Uptown Special, nel corso degli anni il brano è stato più volte oggetto di dispute legali e accuse di plagio: a settembre di quest’anno Ronson era stato citato in giudizio da Lastrada Entertainment Company Ltd editore che detiene i diritti di More Bounce to the Ounce, brano della funk band americana Zapp da cui il produttore avrebbe ampiamente preso ispirazione. Nel 2016 l’electro-funk band Collage depositò una richiesta di azione legale nei confronti degli autori del brano considerato fin troppo simile al loro successo Young Girls. Finora maggior fortuna hanno avuto invece i Gap Band (quelli di Oops upside your head) che nel 2015, dopo l’accusa di plagio avanzata dall’editore Minder Music, vennero inseriti come co-autori della hit.

Di seguito, per un confronto, trovate i video di Uptown Funk e di Funk You Up, mentre su SA è possibile leggere la recensione dell’ultimo album in studio di Mark Ronson, Uptown special e quella di 24K Magic, terzo album di Bruno Mars uscito lo scorso anno.

https://www.youtube.com/watch?v=v-6XN0YQHXI

Tracklist