Mindhunter (Netflix)

David Fincher su Mindhunter: “Non credo abbia molto senso continuarlo”

I costi della produzione non erano bilanciati dal numero degli spettatori, molto basso e non in grado di garantire il rinnovo alla serie. 

La decisione di Netflix di sospendere Mindhunter è piovuta come un fulmine a ciel sereno, ma il fatto è che i costi della produzione non erano bilanciati dal numero degli spettatori, molto basso e non in grado di garantire il rinnovo alla serie. David Fincher è ritornato sull’argomento nel corso di un’intervista concessa a Variety nella quale si parlava principalmente del suo nuovo film in arrivo su Netflix, Mank. Il regista ha spiegato le ragioni che hanno portato al congelamento dello show:

Non so se abbia senso continuarlo. Era uno show molto costoso. Aveva anche un pubblico molto appassionato, ma non abbiamo mai raggiunto quei numeri che ne giustificassero il costo.

Inoltre, come aggiunto dal produttore Peter Mavromates, la seconda stagione si è rivelata un incubo da produrre. Fincher fu costretto a licenziare lo sceneggiatore e a scrivere personalmente gli script di otto puntate, così come una “bibbia dello show” con tutti i dettagli di quell’universo. Alla fine, Fincher fu costretto a trasferirsi a Pittsburgh per supervisionare tutta le riprese della seconda stagione. «È stato massacrante – ricorda Mavromates – Anche quando non doveva occuparsi della regia di un episodio, era lì come supervisore».

Anche per questo motivo, Fincher aveva bisogno di allontanarsi un po’ dallo show.

Di sicuro mi serviva del tempo da passare lontano dallo show. Ci siamo impegnati moltissimo per finire la seconda stagione ma non abbiamo script o schizzi in attesa per una terza. Devo ammettere che mi ripetevo ‘Non so se sono pronto a trascorrere altri due anni su questo’. A un certo punto mi piacerebbe tornarci a lavorare. L’idea iniziale era quella di arrivare fino alla fine degli anni ’90, primi Duemila, alla storia di Dennis Rader. David Fincher

Per il momento ci dovremo “accontentare” di Mank, film in arrivo su Netflix il 4 dicembre prossimo. Su queste pagine potete leggere la recensione delle due stagioni di Mindhunter.

Tracklist