Elisa, foto per la stampa 2020

Elisa ha donato 230.000 euro a musicisti, band e crew

La rivista inglese IQ dettaglia la cifra devoluta dalla cantante alla propria live crew e a sostegno del settore

La rivista britannica IQ, specializzata in live music business, ha dettagliato la cifra che Elisa ha devoluto alla propria troupe e a sostegno del settore. L’articolo arriva a circa una settimana da un post condiviso via IG in cui la cantante, il suo manager Stefano Settepani e l’agenzia di booking Friends and Partners (e Ferdinando Salzano), affermavano di voler rinunciare agli introiti percepiti dall’ultimo tour per pagare il doppio il proprio staff (e questo simulando una tournée più lunga con guadagni più cospicui).

Nello specifico parliamo di otto date svoltesi a partire da settembre nelle piazze italiane con posti che andavano dai 957 ai 1988. A fronte di un venduto di 11.565 biglietti (tra i 34,50 e 69 euro l’uno) e, al netto dei costi di produzione, sono stati incassati 230.000 euro di cui 190.000 destinati alla crew di Elisa e i restanti 40.000 a sostegno di altre troupe.

Come ho già detto, penso che sia fondamentale lavorare tra cittadini e governo alla formazione di un database preciso e dettagliato per regolarizzare tutte le professioni e le categorie del settore dello spettacolo, nella trasparenza più totale, per poter gestire al meglio anche tutti i fondi di emergenza. Fondi che per fare davvero la differenza, a mio parere dovrebbero avere una cadenza mensile, come degli stipendi. Si dovrebbe trovare una formula per distribuirli in base alla dichiarazione dei redditi dell’anno o degli anni precedenti. La realtà è che la crisi la possiamo combattere con il realismo e la trasparenza e mettendo le risorse là dove servono e non dove non fanno alcuna differenza. Non si dovrebbe fare finta di niente. Abbiamo un problema. Ci sono molti modi per risolverlo tranne il negare che esista nella sua complessità
Elisa

https://www.instagram.com/p/CGQE7RVJUxt/

La scorsa settimana Fedez aveva a sua volta proposto l’istituzione di un “fondo cassa” per i lavoratori dello spettacolo più in difficoltà.

Tracklist