Still da "Watchmen", episodio pilota

Emmy Awards 2020. Trionfo per “Succession”, “Schitt’s Creek” e “Watchmen”

Ai 72° Emmy Awards condotti da Jimmy Kimmel hanno trionfato "Succession", la canadese "Schitt's Creek" e "Watchmen". Premiata anche Zendaya per "Euphoria".

Ieri sera (20 settembre) si è svolta la 72esima edizione degli Emmy Awards, condotti da Jimmy Kimmel in versione virtuale a causa del covid-19. A trionfare durante la serata sono stati Succession (HBO), la canadese Schitt’s Creek (Netflix, inedito in Italia) e Watchmen (HBO); sicuramente importanti anche i premi a Zendaya (Euphoria) come miglior protagonista in una serie drammatica (la più giovane della storia a vincere in tale categoria) e Maria Schrader (Unorthodox) per la miglior regia di una miniserie.

A proposito di Watchmen, è stata la prima miniserie tratta da un graphic novel a vincere un premio agli Oscar della televisione. Inoltre, della serie creata da Damon Lindelof è stata premiata anche la colonna sonora firmata da Trent Reznor e Atticus Ross (per il primo episodio intitolato It’s Summer and We’re Running Out of Ice).

Vorrei ringraziare la Television Academy per questo riconoscimento. Significa molto per noi e lo apprezziamo davvero. Siamo veramente orgogliosi di aver partecipato ad uno show così rilevante, intelligente e audace. […] Grazie a Damon Lindelof per aver messo insieme un gruppo di collaboratori così talentuosi e per averci fornito una tela così ampia su cui dipingere.
Trent Reznor

Su SA potete recuperare il commento al primo episodio di Watchmen e la recensione dell’intera miniserie; per quanto riguarda la colonna sonora firmata da Trent Reznor e Atticus Finch – attualmente al lavoro sul nuovo film di David Fincher, Mank  potete ascoltare lo streaming dei tre volumi pubblicati. Inoltre potete leggere anche la recensione di Euphoria, scritta da Cecilia Strazza, e quella di Unorthodox, firmata da Davide Cantire.

Premi:

Miglior serie drammatica: Succession
Miglior serie comedy: Schitt’s Creek
Miglior miniserie: Watchmen
Miglior attore di una serie drammatica: Jeremy Strong (Succession)
Miglior attrice di una serie drammatica: Zendaya (Euphoria)
Miglior attore di una serie comedy: Eugene Levy (Schitt’s Creek)
Miglior attrice di una serie comedy: Catherine O’Hara (Schitt’s Creek)
Miglior attore non protagonista di una serie drama: Billy Crudup (The Morning Show)
Miglior attrice non protagonista di una serie drama: Julia Garner (Ozark)
Migliore attore non protagonista di una serie comedy: Daniel Levy (Schitt’s Creek)
Miglior attrice non protagonista di una serie comedy: Annie Murphy (Schitt’s Creek)
Miglior attore in una miniserie o film-tv:Mark Ruffalo (I know This Much is true)
Miglior attrice in una miniserie o film-tv: Regina King (Watchmen)
Miglior attore non protagonista in una miniserie o film-tv:Yahya Abdul-Mateen II (Watchmen)
Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film-tv: Uzo Aduba (Mrs. America)
Miglior regia per una serie drama: Andrij Parekh (Succession, episodio “Hunting”)
Miglior regia per una serie comedy: Andrew Cividino e Daniel Levy (Schitt’s Creek, episodio “Happy Ending”)
Miglior regia per una miniserie o film-tv: Maria Schrader (Unorthodox)
Miglior sceneggiatura per una serie drama: Jesse Armstrong (Succession, episodio “This is not for tears”)
Miglior sceneggiatura per una serie comedy:Daniel Levy (Schitt’s Creek, episodio “Happy Ending”)
Miglior sceneggiatura per una miniserie o film-tv: Damon Lindelof e Cord Jefferson (Watchmen, episodio “This Extraordinary Being”)
Miglior Talk Show: Last Week Tonight With John Oliver (HBO)

Tracklist