LONDON, ENGLAND - JUNE 12: Gene Gallagher and Noah Ponte attend the London For Real event on June 12, 2019 in London, England. (Photo by David M. Benett/Dave Benett/Getty Images for REALISATION PAR )

Il figlio di Liam Gallagher e il nipote di Ringo Starr accusati di aggressione

All’udienza preliminare i ragazzi si sono dichiarati non colpevoli

Prenderà il via il prossimo 18 gennaio, presso il tribunale di Wood Green di Londra, il processo che vede Gene Appleton Gallagher, Sonny Starkey e Noah Ponte accusati di rissa e aggressione a sfondo razziale.

Le accuse nei confronti del figlio di Liam Gallagher, del nipote di Ringo Starr e del modello britannico sono state formalizzate venerdì 20 novembre e sono relative ad un fatto svoltosi lo scorso 17 maggio, riporta The Sun. Quel giorno i tre avrebbero cercato di acquistare degli alcolici presso un Tesco di Hampstead (un’esclusiva zona residenziale di Londra) dopo la mezzanotte, orario in cui la loro vendita è vietata. Usciti da un pub e probabilmente alticci, i ragazzi secondo la ricostruzione della autorità, avrebbero reagito al rifiuto di vendita delle bevande attaccando la guardia di sicurezza di origini indiane del negozio. Ponte l’avrebbe insultata urlandogli «You bloody Indians. Go back to where you came from. You’re not wanted here», sottraendo con la forza gli alcolici, mentre gli altri due compari diciannovenni gli coprivano le spalle aggredendola a loro volta.

Quel giorno la bravata è finita con l’arresto avvenuto poche ore più tardi, mentre all’udienza preliminare, alla quale ha assistito Jason Starkey, figlio di Ringo Starr e padre di Sonny, i ragazzi si sono dichiarati non colpevoli di tutti i capi d’accusa a loro ascritti. Ponte e Gallagher sono accusati di aggressione aggravata, mentre Starkey di due accuse di aggressione. Tutti e tre sono accusati di disturbo della quiete pubblica.

Tracklist