“Five Steps”. Un album composto esclusivamente con il sintetizzatore modulare Buchla 200

L’etichetta francese Versatile Records ha deciso di omaggiare uno dei sintetizzatori modulari più famosi di sempre, il Buchla 200. L’opera, intitolata Five Steps, è stata composta da Jonathan Fitoussi e Clemens Hourrière; come riportato dalla label, i due «hanno immaginato ogni pezzo del disco come parte di un film. Il lavoro è un po’ minimalista, e offre stati d’animo differenti, corrispondenti ai momenti giornalieri della città di Stoccolma».

Il disco, infatti, è nato dopo l’invito dei due artisti a partecipare a una residence di due settimane all’EMS, centro svedese dedicato all’elettronica e all’arte visiva. Sulla pagina Tumblr di riferimento sono disponibili foto e video del progetto.

Five Steps è in vendita esclusivamente in edizione vinile (e in ascolto) su Bandcamp, mentre di seguito vi proponiamo la copertina dell’album.

Lo scorso anno vi avevamo fatto ascoltare Vertical, il primo album di Caterina Barbieri composto sempre con il sistema modulare Buchla 200.

a3022284836_10

10 giugno 2015 di Daniele Rigoli
TAG
Precedente
Miles Davis: una versione live inedita di “Stella by Starlight” e un nuovo capitolo delle bootleg series Miles Davis: una versione live inedita di “Stella by Starlight” e un nuovo capitolo delle bootleg series
Successivo
Daft Punk. I dettagli sul documentario “Daft Punk Unchained” Daft Punk. I dettagli sul documentario “Daft Punk Unchained”

Altre notizie suggerite