Quarta edizione per Indie Pride con Lo Stato Sociale, Godblesscomputers, Ofeliadorme e molti altri

Raddoppia l'appuntamento per la quarta edizione di Indie Pride, che quest'anno prevede una conferenza all'Università di Bologna e una serata concertistica al TPO di Bologna.

Giunto alla sua quarta edizione, raddoppia l’appuntamento di Indie Pride, Indipendenti contro l’omofobia, evento che quest’anno prevede una conferenza, venerdì 23 ottobre, dalle 15:00 alle 17:00, presso l’Università di Bologna e una serata dedicata alla musica dal vivo, al TPO di Bologna.

Intitolata “Lotta all’omofobia attraverso la musica come strumento educativo e culturale”, la conferenza vedrà gli interventi de Lo Stato Sociale, Altre di B, Ofeliadorme, Cosimo Morleo, Mc Nill, lo staff di Tutto Molto Bello, Daniele del Pozzo (direttore artistico del Gender Bender Festival) e Francesco Avolio (presidente di Komos coro gay di Bologna), e rifletterà su «un clima politico e sociale che è diventato sempre più intimidatorio, ipocrita e dannoso» ai microfoni di Indie Pride.

Il giorno successivo, sabato 24 ottobre, sarà la volta della musica live: a partire dalle 21:00 saliranno sul palco Ofeliadorme (band che per l’occasione presenterà in anteprima un assaggio del nuovo album realizzato con la produzione di Howie B), l’elettronica onirica dei To You Mom, l’esordiente Sofia Brunetta, Dino Fumaretto, i beat sensibili di Godblesscomputers e quelli afro di Populous, e il dj set a base di techno ed elettronica dal gusto berlinese di Marco Unzip (fondatore del roBOt festival, con cui Indie Pride è partner).

Tracklist