Iacopo Incani, in arte IOSONOUNCANE, foto per la stampa (2019)

Iosonouncane sonorizza “Primo maggio a colori”

Splendide musiche originali di IOSONOUNCANE accompagnano la prima testimonianza filmica a colori sulla Festa dei lavoratori. Una pellicola inedita del 1951 di Angelo Marzadori

In attesa di poter ascoltare il nuovo progetto IRA e rivederlo dal vivo a settembre, Iosonouncane ha composto un brano originale come accompagnamento della prima testimonianza filmica a colori sulla Festa dei lavoratori. Si tratta di una pellicola inedita del 1951 di Angelo Marzadori che, restaurata e sonorizzata, è stata condivisa per la prima volta ieri, proprio in occasione del 1 maggio.

La produzione del video, a cura di Home Movies – Archivio Nazionale del Film di Famiglia (Bologna), Kilowatt, Le Serre Dei Giardini Margherita, in collaborazione con Istituto Storico Parri – Emilia-Romagna, con il sostegno di Ferrara Sotto Le Stelle Festival e Trovarobato – rientra nelle attività del Progetto Memoryscapes, la prima piattaforma del cinema privato in Italia (homemovies.it) e di Memoria Viva, progetto di archivio aperto dedicato alla condivisione dei ricordi sui Giardini Margherita realizzato da Kilowatt.

Non è la prima volta che il cantautore sardo presta le sue musiche per progetti documentaristici e cinematografici: lo scorso anno ha prodotto la colonna sonora del docufilm Marghe e Giulia, crescere in diretta e prima ancora sonorizzato una scultura di Edoardo Tresoldi.

Riguardo alla produzione discografica solista di Iosonouncane, su SA potete recuperare un’introduzione, le recensioni e lo streaming degli album, compreso lo split con i Verdena (lo Split EP del 2016, recensito da Luca Roncoroni). Lo scorso anno, il musicista è stato impegnato in tour per la presentazione dell’ultimo album di Dino Fumaretto, Coma (recensito a febbraio da Fabrizio Zampighi). Della recensione del pluri-certificato e ristampato DIE si è occupato Fabrizio Zampighi.

Tracklist
  • 1 Tanca
  • 2 Stormi
  • 3 Buio
  • 4 Carne
  • 5 Paesaggio
  • 6 Mandria
Iosonouncane
Die