Jarvis Cocker lancia il ‘Nu-Troglodyte’ manifesto per una nuova “Stone Age” di creatività

Jarvis Cocker ha condiviso un manifesto intitolato Nu-Troglodyte, per esprimere i benefici della vita senza l'utilizzo della tecnologia

Jarvis Cocker, sulla copertina del nuovo numero di Another Man, ha condiviso sul sito del giornale un manifesto scritto di suo pugno, intitolato Nu-Troglodyte, per esprimere i benefici della vita senza la tecnologia dell’informazione. «Dove trovare la pace e il silenzio totale? L’oscurità Totale?», recita retorica l’introduzione, «qui [dove non prende] il cellulare. Senza wi-fi, TV e radio. Questo è il vero sound dell’Underground».

«È forse una coincidenza il fatto che il club che ha dato i natali al gruppo musicale più importante del secolo scorso si chiamasse “The Cavern”? Non credo. Perché i migliori nightclub si trovano in scuri scantinati con i soffitti bassi? Facile: perché rappresentano un ritorno alle origini. Un ritorno alla caverna. Voglio dire, insomma, perché pensate che l’abbiano chiamato rock, tanto per cominciare? Tutto è cominciato lì».

In pratica, per il leader dei Pulp «è tempo di fuggire da questa costante ed infinita aria fritta che ci distrae da ciò che siamo davvero e da ciò che vogliamo realmente fare». «Qui [in questa nuova età della pietra] c’è spazio per pensare», conclude, «venite a riflettere. Sedetevi su una roccia. Ricominciamo da capo».

jarvis cocker

Foto di Alasdair McLellan

Tracklist