Jova Beach Party 2019. Gli ambientalisti contro la data di Policoro

Ancora problemi d'impatto ambientale per il tour estivo di Lorenzo Cherubini nelle spiagge d'Italia

Dopo le polemiche sulla partecipazione al Jova Beach Party 2019 di Frankie Hi-NRG MC, continuano le problematiche legate al tour estivo di Lorenzo Cherubini nelle spiagge d’Italia. La nuova protesta parte nientemeno che da Legambiente e ha come bersaglio la data di Policoro, che si dovrebbe tenere il 13 agosto prossimo.

Da un’intervista alla presidente del Circolo Legambiente di Policoro, Stella Bonavita, si viene a sapere che «l’evento mette a rischio un sito vocato per la riproduzione di specie importanti quali il fratino e la tartaruga caretta caretta, nonché altre specie protette valorizzate nei progetti europei Life/nature. Inoltre, il concerto, che concentrerà in un’area limitata 40mila persone, renderà particolarmente vulnerabili alcuni dei tratti dunali di cui la costa si fregia, piene di bellezze naturali come il Pancratium marittimum, il ravastrello, l’ammophila , la tamerice, in zona dichiarata SIC (Sito Interesse Comunitario) “Costa Jonica Fiume Agri”, dove il calpestìo di migliaia di persone rischia di compromettere lo stato delle dune per decenni a favore dell’erosione costiera». Il fratino era già stato oggetto di un esposto da parte delle associazioni AsOER, Italia Nostra Rimini, ancora Legambiente e Lipu, lo scorso 10 luglio, nell’ambito della data del tour a Rimini Terme.

La nota organizzazione ambientalista, si apprende da una news ANSA, ha chiesto che la tappa venga spostata. Il presidente di Legambiente Basilicata, Antonio Lanorte, ha dichiarato di aver «inviato un esposto-denuncia agli organi competenti affinché si accerti con urgenza: se vi siano gli estremi affinché lo svolgimento del Jova Beach Party del 13 agosto possa essere spostato in altro luogo, oppure possa essere rinviato a data successiva al 31 agosto, in considerazione dell’elevato interesse conservazionistico delle specie e degli habitat; se vi siano gli estremi per la riduzione dell’area d’intervento con conseguente limitazione del numero massimo di spettatori; se vi siano gli estremi per la sussistenza di tutti i requisiti di sicurezza previsti per i partecipanti». Nel momento in cui vi scriviamo non ci sono dichiarazioni in merito da parte dello staff di Jovanotti.

Tracklist