Lo split di Stefano Pilia e Paolo Spaccamonti in streaming esclusivo

Un lato per uno non fa male a nessuno, anzi diventa una goduria per molti. Stefano Pilia e Paolo Spaccamonti si prendono un lato per uno di questo 12” split e ci introducono ognuno alla propria arte chitarristica. Cristallina, allucinata, visionaria, cinematica, sperimentale, evocativa e quant’altro si possa racchiudere nello spazio immenso di una sei corde.

Da un lato, il torinese Spaccamonti con Frammenti, tre pezzi in cui si fa accompagnare dalla tromba di Ramon Moro (Fuga) e dalla batteria di Dario Bruna (Fuga, Carapace quest’ultima una riproposizione dell’omonimo pezzo di Julia Kent); dall’altro Stand Behind The Men Behind The Wire con uno Stefano Pilia che alterna chitarra acustica (la title track e R. Tune) all’elettrica, con entrambi che – citiamo dalle note di copertina di Maurizio Blatto – “sottraggono per stilizzare…tolgono per amplificare”.

A impreziosire il tutto, lo splendido artwork serigrafato da Rocco Lombardi, uno che avete già apprezzato se nella vostra collezione ci sono i dischi registrati nella Brigadisco’s Cave. L’etichetta di Itri è, infatti, la coproduttrice di questo vinile limitato a 300 copie – 230 trasparenti e il resto nero – insieme alla torinese Escape From Today. Noi siamo un po’ briganti e per scappare dall’oggi vi offriamo le 8 tracce del disco in streaming esclusivo, consigliandovi pure di affrettarvi nell’acquisto. Dischi del genere vanno via in fretta.

2 Aprile 2013 di Stefano Pifferi
Leggi tutto
Precedente
Skream a proposito del nuovo album e sul mainstream dubstep Skream a proposito del nuovo album e sul mainstream dubstep
Successivo
Monomania: primo singolo dal nuovo Deerhunter Monomania: primo singolo dal nuovo Deerhunter

artista

recensione

album

Altre notizie suggerite