Medimex 2018, vivere la musica anche oltre i concerti. A Taranto l’edizione 2019

Grande successo per l’edizione nel capoluogo ionico appena conclusasi che ha registrato oltre 60mila presenze. Confermata Taranto anche per l'edizione successiva

Tempo di chiudere in bellezza l’edizione 2018 con oltre 60mila presenze registrate, che è già tempo di annunci per il Medimex, che conferma Taranto come sede della prossima edizione del festival. Quest’anno sul palco si sono alternati grossi calibri della musica internazionale, dai Kraftwerk con il loro 3d show agli alfieri del rock Britannico Placebo, dalla drum’n’bass di Roni Size al rap di Nitro e tanti altri ancora, senza dimenticare workshop, mostre e installazioni. Riguardo a quest’ultimi, da menzionare vi sono senz’altro: la mostra Kurt Cobain & Il Grunge: Una rivoluzione, con quasi mille visitatori paganti, e l’installazione site specific Learning How to See in the Dark realizzata per il Castello Aragonese da Arthur Duff su commissione del progetto di arte contemporanea ConTempo (esclusiva italiana per il Medimex).

Per il dettaglio sulla tre giorni (non solo) concertistica – Day 1, Day 2, Day 3 – vi rinviamo al live report del nostro inviato, Luigi Lupo. E sempre per quanto riguarda il successo di questa edizione, in particolare a livello web: sono stati 800milla gli utenti raggiunti, quasi 150mila quelli che su Facebook hanno interagito con la pagina ufficiale (con circa 40mila tra like e follower), mentre più di 200mila sono state le visualizzazioni per quanto riguarda gli streaming video attivati. Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali.

 

Tracklist