“Meriggiare pallido e occulto”: il Thalassa estivo a Villa Ada / Roma incontra il mondo

Bandita dal suo alveo naturale, il circolo Dal Verme di Roma, come una novella e acida araba fenice la manifestazione simbolo della Italian Occult Psychedelia plana in versione estiva sabato 15 luglio in quel di "Roma incontra il mondo"

Bandita dal suo alveo naturale, il circolo Dal Verme di Roma, come una novella e acida araba fenice la manifestazione simbolo della Italian Occult Psychedelia plana in versione estiva sabato 15 luglio in quel di “Roma incontra il mondo”, la rassegna che ha luogo nel parco di Villa Ada a Roma e che rappresenta una delle punte di diamante dei festival estivi italiani per proposta e ampiezza.

Preannunciata dall’assaggio/sunto delle 4 edizioni precedenti, raccolto nei Thalassa Tapes che vi offrimmo in anteprima esclusiva qui su SA e che trovate nella sezione widget, la versione estiva del Thalassa non poteva rimarcare, col sottotitolo Meriggio, quel senso di calura asfissiante e deformazione della percezione che ne ha sempre costituito l’asse portante. A salire sul palco di Villa Ada sarà, al solito, un mix tra vecchie e nuove generazioni, tra avanguardia e tradizione, tra elettroniche e strumentazioni più o meno convenzionali: accanto alle certezze “occulte” Mai Mai Mai e Squadra Omega, Divus – il progetto di Luciano Lamanna con Luca Mai degli Zu – e L.U.C.A. (al secolo Francesco De Bellis autore dell’ottimo I Semi Del Futuro) saliranno sul palco due grossi calibri come Alfio Antico – che sorprese lo scorso anno col suo album Antico – e, udite! udite!, i Futuro Antico di Walter Maioli, Riccardo Sinigaglia e Gabin Dabiré avvistati di recente allo Zuma Fest milanese.

Qui di seguito la timeline del Thalassa Fest: Meriggio per cui musiche e temperature assicurano visioni e deliqui, fisici e mentali.

19:00 Mai Mai Mai dj set
20:15 Divus
21:00 Alfio Antico
22:00 Squadra Omega
23:00 Futuro Antico
00:00 L.U.C.A.
Tracklist