Morgan contro Rai: vuole i diritti d’autore per il programma “Che succede?” di Geppi Cucciari

Il programma si intitola Che succede? e Morgan ha subito pubblicato una sua lettera pubblica in cui invoca quantomeno il pagamento del diritto d'autore.

Nuova puntata del “Morgan show”. Dopo la vicenda che lo ha visto candidarsi provocatoriamente a prossimo sindaco di Milano, Marco Castoldi torna a far parlare di sé per via del nuovo programma televisivo lanciato ieri da Rai 3 e condotto da Geppi Cucciari. Il programma si intitola Che succede? e Morgan ha subito pubblicato una sua lettera pubblica dalle pagine di RS Italia in cui invoca quantomeno il diritto d’autore per la celebre espressione divenuta famosa (e memizzata all’infinito) dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2020.

Ho appreso che la Rai ha mandato in onda una trasmissione chiamandola Che succede? condotta da Geppi Cucciari, come se la gente non sapesse che quella è la frase di chiusura della famosa scena di Sanremo che inizia con «le brutte intenzioni la maleducazione» e finisce, appunto, con il «che succede?». Basta venire a spasso con me per cento metri a piedi per constatare che chiunque mi incrocia, prima di dire «ciao Morgan», mi chiede «che succede?».

Morgan, quindi, continua:

Si tratta di uno sfruttamento commerciale, perché i programmi sono prodotti commerciali a tutti gli effetti, solo che non è stata avanzata una richiesta al legittimo autore e lo stesso non è stato coinvolto. Quindi, forse pensavano di “fare i furbi”. […] Per questo motivo ho deciso di depositare sia il claim che il testo della canzone-tormentone. Quindi, chi li sta sfruttando – come alcuni che addirittura ci vendono le magliette –, mi dovrà riconoscere una percentuale come diritto d’autore, cioè proprietà intellettuale a tutti gli effetti.

Intanto, Morgan ha appena annunciato l’arrivo del suo nuovo progetto, L’audiolibro di Morgan.

Tracklist