Netflix promette il ripristino del finale originale di “Lost”

Netflix promette il ripristino del finale originale di “Lost”, andato in streaming tagliato di 18 minuti.

Sull’onda delle proteste dei fan, è venuta a crearsi una piccola bagarre tra uno dei tre autori della serie televisiva Lost, Damon Lindelof, e NetflixL’ultimo episodio della serie TV, originariamente della durata di 104 minuti, è stato infatti messo a disposizione della nota piattaforma di streaming in una versione di soli 86 minuti. A accorgersene per primi sono stati alcuni utenti di Reddit, che hanno prontamente segnalato la mancanza di alcune scene aprendo un post dedicato sulla popolare piattaforma social. Lo scorso 7 gennaio, via Entertainment Weekly, Lindelof si è espresso sulla vicenda dicendosi «davvero sconcertato», aggiungendo però che la questione era da rubricare ad un semplice errore in buona fede da parte di Netflix. «Mi sembra di ricordare che la ABC avesse realizzato una versione più corta del finale per ridurre la puntata a due episodi di 42 minuti ciascuno, in modo da farci stare in mezzo le pubblicità, e forse in qualche modo quella versione è arrivata per errore fino a Netflix», spiega lo sceneggiatore, «questa pratica ha riguardato anche altri finali di stagione di Lost: chiedevamo ai produttori televisivi qualche minuto in più del solito e loro si dicevano d’accordo, salvo poi chiederci di realizzare una versione ridotta per le repliche e/o per il mercato internazionale. Di solito, realizzavamo questi tagli coi nostri montatori ma per i formati DVD e per Netflix non esiste nessuna ragione per mostrare la versione accorciata».

https://www.youtube.com/watch?v=YvBEpAIvQlA

Tra le scene mancanti, vi sarebbe una conversazione cruciale tra Jack (Matthew Fox) e Locke (Terry O’Quinn), e un’altra fuori dalla chiesa tra Ben (Michael Emerson) e Hurley (Jorge Garcia). Il motivo per cui Netflix abbia preferito rendere disponibile in streaming una versione ridotta dell’ultimo episodio, invece di quella originale che tutti conoscono, è un mistero non ancora chiarito. «Stiamo correggendo il montaggio e diffonderemo la versione priva di tagli in streaming al più presto», ha twittato Netflix, ponendo rimedio allo spiacevole inconveniente e spiegando che l’errore è stato loro (la versione originale è stata tolta «accidentalmente»).

Tracklist