Nina Zilli: “Ho il Covid, forse l’ho preso al ristorante”. Ma c’è chi non gradisce le sue parole

Nina Zilli ha il Covid e sostiene di averlo preso mentre era a cena al ristorante.

Anche Nina Zilli ha il Covid. A comunicarlo tramite i social è stata la stessa cantante tre giorni fa, ma è il suo racconto riguardo a dove – secondo lei – potrebbe essere avvenuto il contagio che fa discutere. La popstar ha infatti affermato che con tutta probabilità ha contratto la malattia in un ristorante, per questo ha invitato i suoi fan a evitare i luoghi affollati.

«Ho il Covid – ha rivelato lei in una serie di storie su Instagram – ho fatto due tamponi risultati negativi, un sierologico sempre negativo e poi mi è venuta la febbre. Molto probabilmente l’ho preso a una cena, perché al ristorante quando si mangia sono tutti senza mascherina». Ed è stata proprio questa sua ultima supposizione a scatenare l’ira di alcuni suoi follower, che in risposta a un successivo post l’hanno duramente criticata perché – a loro dire – le sue parole mettevano in cattiva luce un settore, quello della ristorazione, già duramente compromesso, oltre a essere proferite da chi – sempre a loro dire – di solito non si risparmia in quanto a vita mondana.

Il post su Instagram in cui Nina Zilli ha rivelato di avere il Covid.

La vocalist ha allora spiegato meglio le sue parole in un ulteriore messaggio corredato dalle immagini di un suo intervento sul quotidiano La Stampa, intervento riportato anche dal profilo IG della testata: «Poco prima di fare un ulteriore tampone, un amico con il quale avevo cenato giorni prima mi ha chiamato per dirmi che era positivo al Covid-19. Non ci ho messo molto a capire che il mio unico contatto con il Covid era avvenuto durante una cena in un ristorante e a una tavola con sole sei persone. Ho voluto dare questo consiglio che è stato più e più volte confermato nel Dpcm: non frequentare luoghi affollati». Ma la vocalist ha anche precisato: «Non avrei dovuto incolpare i ristoratori e i ristoranti per la diffusione della malattia. Io non ho mai incolpato nessuno. La mia intenzione era quella di tutelare le fasce più fragili e sensibilizzare coloro che frequentano luoghi pubblici. Non ho tenuto comportamenti inappropriati, non sono andata in bar o a feste in mezzo alla gente senza protezioni. Eppure il Covid mi ha colpita, ma non affondata».

Un altro dei post di Nina Zilli su Instagram riguardo al Covid.

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato di altri contagi da Coronavirus nel mondo della musica. Uno di questi ha riguardato Maynard James Keenan, il cantante dei Tool, che ha affermato di non essere ancora del tutto guarito dalla malattia, contratta lo scorso febbraio.

Tracklist