Osees
Still dal video "Live at Big Sur" degli Osees (2020)

Osees. In streaming il video “Live at Big Sur” del 2020 con le cover di Black Flag e Faust

La band di John Dwyer ci fa godere con più di un'ora di garage punk psichedelico

Gli Osees hanno diffuso per lo streaming l’intero video del live senza pubblico tenuto lo scorso anno all’esterno della Henry Miller Memorial Library a Big Sur, CA, e trasmesso come show in streaming a pagamento il 19 dicembre 2020.

Nell’ora abbondante di potente garage punk psichedelico, la band al completo ha eseguito un set infuocato pescando tra i brani degli album Face Stabber, A Weird Exits, Floating Coffin e Mutilator Defeated At Last; ma anche riproponendone alcuni che non suonavano da tempo, come Opposition e Heavy Doctor, tratti da Carrion Crawler​/​The Dream. Hanno inoltre debuttato per la prima volta dal vivo la psichedelia mutante (con tanto di doppio piffero riverberato) di Dead Medic, nonché i riff killer di I Can’t Pay You to Disappear e Voice in the Mirror.

Dopo la scaletta di originali, John Dwyer e soci hanno inoltre suonato un’esplosiva manciata di cover: dal trittico Jealous Again, Nervous Breakdown e Wasted dei Black Flag, passando per l’oscura Levande Begravd, canzone del ’79 dei punk di Göteborg Liket Lever, e fino alla jam krauta sulla versione di J’ai Mal Aux Dents dei mitici Faust. La band ha inoltre reso disponibile l’intero set in formato audio via Bandcamp. Di seguito lo streaming video dello show.

Gli Osees nel 2020 hanno pubblicato la bellezza di ben tre album, tra cui spicca l’assalto di Protean Threat, recensito su queste pagine da Tommaso Bonaiuti. Sempre lo scorso anno, l’inarrestabile John Dwyer ha inoltre esordito con il primo omonimo lavoro dei Bent Arcana, di cui su SA trovate la recensione curata da Massimo Onza.

Tracklist