SA TV: i nuovi video di BenZel & Jessie Ware, Clean Bandit, Hot Chip, Kate Nash, The Mynabirds, Night Moves, Phantogram, Purity Ring, Why? e Wintersleep

Sebbene la nostra sezione news vi tenga da sempre aggiornati con le uscite più importanti, e sebbene la nostra fan page su Facebook vi avvisi tempestivamente anche sui gruppi 'minori', è davvero complicato oggigiorno tenere le fila di un media come il videoclip.

Ecco perchè abbiamo pensato di rispolverare SA TV, lo spazio di SENTIREASCOLTARE dedicato ai video musicali che tira le somme su quanto di buono succede in questo ambito di settimana in settimana: grosse produzioni, idee bizzarre, estetica cool, trend sfiziosi e avanguardie. Per rendere la cosa più completa abbiamo anche pensato a una serie di appuntamenti extra di questa rubrica, dedicati di volta in volta a un singolo genere musicale, a un evento importante del mondo della musica o alle videografie dei nuovi registi.

Ora però rilassatevi in poltrona e godetevi la prima puntata di questa nuova serie: vi aspettano lettori cd un po' troppo vivaci, seducenti pole-dancers, fantasmi degli anni 70, videogiochi ribelli, un circo inquietante e minacciosi cubi neri.

BenZel & Jessie Ware If You Love Me di Haley Wollens

Nonostante il suo Devotion ci abbia convinto meno di quanto sperassimo Jessie Ware è uno dei nuovi nomi più rilevanti del 2012. Valeva quindi la pena includerla nella nostra compilation sulla scena female-pop contemporanea, e vale la pena segnalare ora questa cover di If You Love Me delle Brownstone realizzata in collaborazione con il duo giapponese BenZel. Protagonista del video è una pole-dancer che, dopo aver regalato un'interessante performance in metropolitana, conclude la propria serata in piscina.

Clean Bandit Nightingale di Clean Bandit

Segnalati da più parti come un nome da tenere d'occhio per il 2013, i Clean Bandit danno in effetti una bella lezione di stile in questa Nightingale: una melodia che parte colorando di pop il soulstep di James Blake per poi surfare su un ventennio di elettronica o quasi, tanti sono i cambi di registro che si incontrano in questi tre minuti. Il video, diretto dagli stessi Clean Bandit, alterna le scorribande in bicicletta del quartetto londinese a surreali telefonate e a misteriosi uccellini giocattolo.

Hot Chip Don't Deny Your Heart di Peter Serafinowicz

Hot Chip Football è il titolo di un videogame decisamente atipico. Possono confermarlo Alexis Taylor e soci, che si cimentano in una partita apparentemente normale finchè i leader delle due squadre in campo (casualmente nominate United e City) sfuggono al controllo dei joypad dando libero sfogo ai propri sentimenti. Un video davvero divertente per uno dei momenti migliori dall'ultimo In Our Heads.

Kate Nash Death Proof di Aram Rappaport

A pochi giorni dall'annuncio di Girl Talk, in uscita nel 2013, ecco anche il primo video dal nuovo album di Kate Nash. Sebbene Death Proof sia un brano ispirato dall'omonimo film di Quentin Tarantino il video ha ben poco a che vedere con stuntmen e corse di auto: lo scenario è invece quello di un circo, dove un inquietante dottore pratica interventi chirurgici non convenzionali.

The Mynabirds Body Of Work di Allie Avital Tsypin

Sarà anche a causa delle temperature insolitamente alte ma di rado un video ambientato in una foresta e pubblicato a novembre riesce ad essere così solare: è il caso di questo Body Of Work di Laura Burhenn, in arte The Mynabirds, che canta e percuote un tamburo sospesa a mezz'aria tra gli alberi in una camera da letto a cielo aperto. Un festoso quanto cristallino esempio di indie-pop.

Night Moves Country Queen di Isaac Gale e David Jensen

Luci basse, invece, per gli ultimi arrivati in casa Domino Records: i retropsichedelici Night Moves suonano in quello che sembra essere il set di uno show televisivo degli anni 70. Non c'è pubblico nè conduttore ma di tanto in tanto la Country Queen del titolo fa capolino, come un'immagine spettrale evocata dalla musica della band di Minneapolis.

Phantogram Don't Move di John Carter e Will Joines

La bionda protagonista di Don't Move dei Phantogram intraprende un viaggio onirico per la liberazione della propria anima da qualcosa di opprimente. E' quanto si evince da questi quattro minuti a base di stanze rosse, strade perdute, boschi lugubri, misteriose figure incappucciate e cubi neri: praticamente il cinema di Lynch rivisitato secondo i canoni estetici del filone witch house.

Purity Ring Lofticries di AG Rojas

Anche i Purity Ring hanno trovato posto nella nostra compilation Female Pop 2012. A differenza di Jessie Ware, però, il loro esordio Shrines ci ha davvero convinto. E ci piace anche il loro nuovo video, un finto piano sequenza che per certi versi rende la loro Lofticries una potenziale Unfinished Sympathy di questi anni: la telecamera riprende da dietro i vari protagonisti che compiono azioni quotidiane (con giusto un paio di dettagli inquietanti, per dare quel tocco 'weird') e, nonostante la fotografia ovviamente migliore e il sound naturalmente più fresco, le atmosfere metropolitane sono vicine a quelle che resero classico il brano dei Massive Attack.

WHY? Paper Hearts di Scott Fredette e Yoni Wolf

Il video di Paper Hearts, dall'ultimo Mumps, Etc, è totalmente incentrato sulla figura di Yoni Wolf. A cambiare continuamente è tutto il contorno: mr. WHY? rappa indefesso in un coloratissimo turbinio di scenari, abiti e oggetti fino all'improvviso rallentamento del brano. Lì i trucchetti della regia scompaiono e al nostro non rimane che cantare gli ultimi versi con aria sconsolata.

Wintersleep Nothing Is Anything (Without You) di Chris Mills

Chiudiamo con i canadesi Wintersleep e la loro divertente Nothing Is Anything (Without You). Nel video una ragazzina di colore riceve alla porta della propria casa un lettore cd portatile animato, apprende da esso che un componente della band è in difficoltà e si precipita ad aiutarlo. Se già l'inizio è bizzarro, il resto del video prenderà una piega sempre più surreale.

Tracklist