“Shoplifters of the World”. Stephen Kijak al lavoro sul film con Joe Manganiello

Come era già noto dal 2014, Morrissey ha concesso l’utilizzo di brani degli Smiths per un film. Scritto e diretto da Stephen Kijak, il lungometraggio s’intitola Shoplifters of the World ed è stato ispirato da un avvenimento realmente accaduto verso la fine anni Ottanta, quando un fan della band, fucile in mano, pensò di costringere i conduttori di una radio americana di Denver a suonare i brani del suo gruppo preferito per un’intera giornata, salvo poi farsi arrestare prima di entrare nell’edificio dove si svolgevano le trasmissioni.

Shoplifters of the World, attualmente in via di realizzazione e pertanto ancora senza una data di uscita nelle sale, sarà ambientato con tutta probabilità nel 1987 (al tempo in cui il breakup degli Smiths è stato annunciato) e vedrà la partecipazione dell’attore americano Joe Manganiello (già avvistato nella trilogia dedicata a Spider-Man di Sam Raimi e in Impact Point) nei panni di un dj radiofonico. Proprio Manganiello, due anni fa, aveva dichiarato a Collider del beneplacito dell’ex Smiths e di una «una somma ragionevole» per l’utilizzo del catalogo musicale. L’idea del film, infatti, non è nuova: già nel 2012, sottolinea Deadline, circolava l’idea di un cast formato da Jessica Brown Findlay, Zosia Mamet, Skylar Astin, Jeremy Allen White e Thomas Brodie Sangster. Kijak, infine, è noto per aver prodotto il documentario su Scott Walker 30 Century Man e per aver diretto quello sui Rolling Stones, Stones In Exile.

Di seguito il video originale del brano che ha dato il titolo al film, Shoplifters of the World Unite.

5 maggio 2016 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
Precedente
Radiohead. L’animatore Virpi Kettu racconta “Burn The Witch” Radiohead. L’animatore Virpi Kettu racconta “Burn The Witch”
Successivo
Grimes. L’esibizione da Jimmy Fallon con “Flesh Without Blood” Grimes. L’esibizione da Jimmy Fallon con “Flesh Without Blood”

recensione

Morrissey

World Peace Is None Of Your Business

recensione

artista

recensione

album

Altre notizie suggerite