Thurston Moore e il Molise: “So che dite che non esiste, ma mi ci trasferirei subito”

In un'intervista rilasciata a Rolling Stone Italia, Thurston Moore ha parlato del nuovo album "By The Fire" e lodato l'Italia, dichiarandosi innamorato del Molise

In una recente intervista rilasciata a Rolling Stone il 23 settembre, Thurston Moore ha raccontato del suo recente album, By The Fire. Tra gli argomenti trattati, il rapporto con le droghe, da cui ha preferito stare sempre alla larga (il brano «Hashish parla più che altro di quanto sia importante trovare la felicità nelle piccole cose e nel prendersi cura del pianeta»), la situazione politica degli Stati Uniti, che spera migliori con l’elezione di Joe Biden al posto di Donald Trump («Politicamente sono più radicale di un liberale di sinistra. Non sopporto i nazionalismi, amo la diversità culturale e amo viaggiare»), il fare arte per la propria comunità senza rincorrere il successo, nonché la musica che lo ha più ispirato: da Captain Beefheart, Iggy Pop, Ramones, e Patti Smith fino al jazz di John Coltrane, Billie Holiday e Sun Ra.

Proprio riguardo all’amore per il viaggio, l’ex-Sonic Youth ha poi lodato l’Italia, di cui è assiduo frequentatore. La traccia Siren, contenuta nell’ultimo lavoro in studio, cita direttamente Vasto («Ci ho anche festeggiato il mio compleanno! Ho amato Vasto, è veramente bella»), la cittadina abruzzese in cui si tiene il Siren Festival che lo ha visto sul palco nel 2006. Ma, a quanto pare, non si capacita del famoso detto nostrano sull’esistenza del Molise, visto che è rimasto irrimediabilmente colpito dalla regione che conosce molto bene, essendo la famiglia della cognata proprio della zona di Campobasso.

So che dite che il Molise non esiste… …ma se un giorno dovessi decidere di andare a vivere altrove mi piacerebbe trasferirmi là, aprire un negozio di libri di seconda mano e sciallarmela con due gatti che mi girano attorno. Sarebbe bello, magari non lontano dal mare…
Thurston Moore

Su SA trovate la recensione a cura di Massimo Onza del sopracitato By The Fire, uscito lo scorso 25 settembre. Nella pagina dedicata all’artista, inoltre, potete recuperare quella relativa all’album Spirit Counsel del 2019, una lunga monografia (I e II) e un’intervista a cura di Tommaso Iannini, nonché la breve guida “aumentata” per districarsi nel marasma di uscite messe online dalla Sonic Youth family durante il lockdown.

Tracklist
  • 1 Hashish
  • 2 Cantaloupe
  • 3 Breath
  • 4 Siren
  • 5 Calligraphy
  • 6 Locomotives
  • 7 Dreamers Work
  • 8 They Believe In Love [When They Look At You]
  • 9 Venus
By The Fire
Thurston Moore
By The Fire