Will Butler degli Arcade Fire. Le sue riflessioni su “A Moon Shaped Pool” dei Radiohead

Will Butler degli Arcade Fire ha pubblicato alcune riflessioni sull'ultimo album dei Radiohead.

Will Butler ha condiviso alcune impressioni sull’ultimo disco dei Radiohead, A Moon Shaped Pool, pubblicandole sul sito The Talkhouse.

Il membro degli Arcade Fire ha paragonato le orchestrazioni del disco a quelle prodotte da Owen Pallett in proprio e con la band, ritenendole entrambe «alienanti, moderne, esoteriche e ansiose». Butler ha affermato, inoltre, che i Radiohead qui sono «più pittori rupestri che narratori» e descrive l’esperienza d’ascolto del disco «come camminare attraverso la foresta e vedere differenti parti di un ecosistema, dove non c’è nessuna premeditazione, ma tutto si muove per sue intrinseche ragioni». Riguardo alla presenza del piano, il musicista ritiene che sia «ovunque accogliente, sordo e scricchiolante ma in modo piacevole» e questa definizione si allarga, nelle sue parole, all’intero disco descritto «come vivace». Per la lettura dell’articolo completo vi rimandiamo a The Talkhouse, mentre di seguito trovate uno streaming citato dal musicista riguardo al paragone Pallett / Radiohead.

Tracklist
  • 1 Burn the Witch
  • 2 Daydreaming
  • 3 Decks Dark
  • 4 Desert Island Disk
  • 5 Ful Stop
  • 6 Glass Eyes
  • 7 Identikit
  • 8 The Numbers
  • 9 Present Tense
  • 10 Tinker Tailor Soldier Sailor Rich Man Poor Man Beggar Man Thief
  • 11 True Love Waits
Radiohead
A Moon Shaped Pool